Ue, Grillo: “Di Maio, Salvini e Conte determinati come generale Patton”

In un lungo post sul suo blog Beppe Grillo immagina di scrivere una lettera alle mamme di Giuseppe Conte, Luigi Di Maio e Matteo Salvini dopo la 'bocciatura' della manovra da parte della Ue

Condividi l’articolo:

ROMA – “Una grammatica disomogenea, sotto la quale scorre sempre la stessa realtà: o si cambiano le regole europee oppure bisogna accettare di rovinare la vita della gente come in Grecia. Luigi, Giuseppe e Matteo non possono sperare che la Germania e la Grecia si mettano intorno all’Italia come il bue e l’asinello! Devono ottenere, con l’energia e la determinazione del generale Patton, che le parole tornino pietre. O così oppure tanto vale andare a fare i bulletti a Bruxelles e poi tornare dicendo che ci sono i compiti a casa da fare. La politica ci ha portato candidamente sino a questo punto”. Lo scrive sul suo blog Beppe Grillo in un lungo post dal titolo ‘Lettera alle mamme’. Le mamme degli ‘alunni’ Di Maio, Conte e Salvini.

Carissime, scrive Grillo, “appena saputa la ‘notizia’ della bocciatura di Luigi e Matteo il mio pensiero è andato a voi, le mamme. Un’avventura difficile, perché una madre non è consolabile, per definizione. La madre è pragmatica e cerca soluzioni, perlomeno spiegazioni plausibili. Considerato che non siete andate a prendere a borsettate in faccia Junker e Moscovici, come succede in tante scuole, mi sono immaginato la vostra sincera preoccupazione senza sfoghi. Ma come… neppure hanno detto ‘è intelligente ma non si applica’?! Gli hanno dato degli scriteriati!? La pagella peggiore all’Italia e la migliore alla maestra Angela e addirittura la Grecia! La Grecia… i conti sono in ordine ma la gente muore di fame e malattie curabili”.

Leggi anche:

23 Novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»