Omceo Roma promuove il vaccino antifluenzale ai propri medici, dipendenti e cittadini

Iniziativa con Asl Rm1 per prevenzione e per sfatare falsi miti

Condividi l’articolo:

ROMA – Porte aperte questa mattina all’Omceo Roma dove l’Ordine, assieme all’Asl Roma 1, ha organizzato un’iniziativa promozionale della vaccinazione influenzale, nel corso di cui e’ stata offerta la possibilita’ di vaccinarsi a medici, dipendenti e cittadini. Nell’aula intitolata a Roberto Lala, dove gli operatori della Asl Rm1 hanno allestito un ‘corner’ ambulatorio, il primo a sedersi e’ stato il presidente dell’Omceo Roma, Antonio Magi. Dietro al separe’ sono passati coloro che hanno raccolto l’appello alla prevenzione. “Si accomodi, un bel respiro… Fatto”, e via con un sorriso. 

Le vaccinazioni sono state precedute da un confronto divulgativo curato dalla dottoressa Antonietta Spadea della Asl Rm 1. “Spesso si evitano i vaccini per paura, ma molte delle informazioni che circolano sono falsi miti- ha spiegato- Oggi le dosi sono veramente minime e il vaccino non contiene il virus intero ma soltanto delle porzioni ‘spezzettate’ e purificate. Cio’ riduce le reazioni, al massimo si puo’ avere un po’ di gonfiore e indolenzimento. Per i rari casi di reazione allergica, il personale che somministra il vaccino e’ equipaggiato con i farmaci adeguati”. “Tra i falsi miti- ha poi concluso- c’e’ quello che il vaccino non debba essere fatto alle donne che allattano. Si consiglia invece la vaccinazione per la pertosse dalla 28esima settimana, infatti sono quasi sempre le mamme che inconsapevolmente contagiano i loro figli”.

Leggi anche:

19 Novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»