Niente simbolo a chi condivide le ‘idee medievali’ di Verona: tolto simbolo a candidato M5s a Cagliari

Su di lui bufera social per post antiabortisti e omofobi. Lui parla di "macchina del fango"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CAGLIARI – Alessandro Murenu non è più il candidato a sindaco di Cagliari per il M5S, che ha annunciato che non presenterà alcun aspirante primo cittadino. Al candidato è stata revocata la certificazione e inibito l’uso del simbolo dopo la bufera “social” scoppiata per dei post su Facebook contro aborto e unioni civili tra persone dello stesso sesso.

«Ci sono valori che fanno parte del dna del Movimento- fanno sapere dal Movimento-. Siamo lontani anni luce dalle posizioni espresse al congresso di Verona e oggi torniamo sull’argomento per prendere le distanze da quanto affermato dal candidato a sindaco di Cagliari, Alessandro Murenu. Ci vuole rispetto per la donna, ma soprattutto coerenza».

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

16 Maggio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»