Xylella, il M5S contro il 'piano Silletti': "inefficace e letale" - DIRE.it

Xylella, il M5S contro il ‘piano Silletti’: “inefficace e letale”

ROMA – “Solo i pugliesi ed il loro governatore possono difendere la nostra terra, in Europa a pochi interessano i nostri ulivi. Dove sono finite le promesse di Emiliano in campagna elettorale?”. Questo in sostanza il messaggio che lanciano i grillini del Movimento 5 Stelle della Regione Puglia, in occasione di una conferenza stampa nella quale annunciano anche una “marcia tra gli ulivi” per domenica 25 ottobre e chiedendo la sospensione immediata del ‘piano Silletti’.

m5s puglia

“Un provvedimento inefficace e letale”, così gli otto consiglieri regionali M5S sul Piano Silletti di contenimento del batterio Xylella che sta causando una moria degli ulivi e che potrebbe portare l’Ue, se non gestito, a fermare l’export dei prodotti agricoli pugliesi. “Un provvedimento puramente teorico e mediatico che punta alla creazione di una zona ‘cuscinetto’ per evitare il diffondersi del batterio”, tuonano i grillini della Puglia. Una azione “talmente inutile che, semplificando, basterebbe che una sola auto con sopra l’insetto vettore della Xylella viaggiasse dal Salento al nord della Puglia, per diffondere la patologia”, spiegano gli M5S. Infatti, proseguono, “gli stessi fautori del piano hanno parlato di ‘incertezza‘ sui risultati di tale azione” e “a confermarne l’inefficacia c’è ad esempio il caso Trepuzzi dove sono state estirpate nell’aprile 2014 ben 65 ulivi e oggi si richiede l’estirpazione di 800 piante”. Ma questo provvedimento “inefficace” provocherà invece un “danno permanente per il nostro territorio” denunciano gli otto consiglieri regionali M5S della Puglia, “eradicando piante che in molti casi hanno impiegato decine se non centinaia di anni per crearsi e che le ruspe butteranno giù in pochi tristi attimi. Nella nostra regione l’ulivo è molto più di una semplice pianta, è un elemento identificativo del nostro territorio tanto che è contenuto addirittura nel simbolo della nostra regione”.

m5s puglia

Nel corso della conferenza stampa arriva poi quella che un comunicato definisce “una frecciata ad Emiliano”, con un video nel quale “lo stesso governatore, nel corso della campagna elettorale, denunciava esattamente le stesse cose, dalle responsabilità dell’Europa all’inutilità e pericolosità del piano”. Il presidente dellla Regione Puglia Michele Emiliano, però, “si è completamente dimenticato delle sue promesse e del problema Xylella. Non ha fatto assolutamente nulla e questo è un dato di fatto”, dicono gli M5S. La richiesta dei grillini della Regione Puglia è che di fronte a “un piano ‘folle’ come quello Silletti” Emiliano e la Regione “si facciano sentire fermamente”. Oggi stesso, concludono, “presenteremo in conferenza dei capigruppo un ordine del giorno per richiedere la sospensione immediata del piano Silletti e per richiedere che venga istituito un tavolo permanente con esperti del settore e che gli stessi vengano anche auditi in commissione. Successivamente presenteremo una mozione e la richiesta di un consiglio monotematico sulla vicenda”. Infine l’annuncio per domenica 25 ottobre di una marcia “per gli ulivi” su un percorso di circa 10 chilometri nelle zone delle eradicazioni.

13 ottobre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»