Domenica la Granfondo, in 5.000 in bici da Roma ai Castelli

ROMA – Tante novità per la 7a edizione della Granfondo Campagnolo (CRVII) che tra il 12 e il 14 ottobre vedrà Roma invasa da cicloamatori, amanti delle due ruote e famiglie provenienti da tutto il pianeta per partecipare alla grande festa del ciclismo, che si snoda tra alcuni dei monumenti più famosi al mondo: il Colosseo, i Fori Imperiali e i paesaggi unici dei Castelli Romani.

Quattro differenti percorsi

Quattro i percorsi tra cui poter scegliere: ‘Granfondo Campagnolo Roma‘ (120 chilometri e oltre 2.000 metri di dislivello), ‘In Bici ai Castelli‘ (60 chilometri), ‘L’Imperiale‘ (30 chilometri) e ‘Ride Roma‘ (25 chilometri).

 

‘Roma Ride’

Quest’ultima è una delle novità dell’edizione 2018. Si tratta di 25 chilometri in bici nel centro di Roma, su strade interamente chiuse al traffico. Dalla partenza all’alba al Colosseo lungo i Fori Imperiali fino al traguardo sotto lo splendido Arco di Druso. Una pedalata aperta a tutti per godersi Roma in bici senza traffico, un’occasione unica che ha voluto cogliere anche la neo eletta Miss Italia, Carlotta Maggiorana, che sarà al via di Ride Roma insieme a Justine Mattera, presentatrice con Paolo Mutton dell’evento. Granfondo Campagnolo Roma, come spiega il comunicato diffuso, è sinonimo di sfida sulle salite cronometrate.

‘Crono ai Castelli’

Da quest’anno anche i passisti potranno scatenare i watt con la prima edizione di Crono ai Castelli, 8 chilometri di pianura cronometrati lungo gli stupendi Pratoni del Vivaro.

Tra le novità il ‘ritorno’ del Tuscolo

Altra novità è quella che il Tuscolo riapre finalmente le porte alle due ruote. Il percorso della CRVII sale fino in cima per regalare a tutti i ciclisti una discesa meravigliosa con vista mozzafiato su Roma. Da anni chiusa a causa dell’impraticabilità per l’asfalto dissestato e pericoloso, grazie al contributo di Granfondo Campagnolo Roma e con il consenso del Comune di Grottaferrata e della Provincia di Roma la strada è adesso finalmente di nuovo accessibile.

Un evento dal “potenziale unico”

“Ideare e realizzare un evento come Granfondo Campagnolo Roma, portandolo a un successo internazionale in soli 6 anni, dimostra che Roma e i Castelli romani garantiscono un potenziale unico che va sfruttato e sviluppato”, ha commentato Gianluca Santilli, presidente Osservatorio Bikeconomy e Fondatore Granfondo Campagnolo Roma. “Le enormi complessità- ha proseguito- risolte grazie a una grande collaborazione con le Amministrazioni di Roma Capitale e dei Castelli Romani, fanno ipotizzare un grande futuro per questo evento che è nato e si è consolidato per sensibilizzare i territori che attraversa sulle grandi opportunità offerte dalla bikeconomy, una economia totalmente sostenibile che migliora la qualità della vita di ognuno di noi. Domenica, in 5.000, pedaleremo soprattutto per questo grande obiettivo”.

“Mai viste così tante biciclette nel centro storico di Roma”

Renato Di Rocco, presidente della Federazione Ciclistica Italiana: “Ho partecipato alle prime edizioni della Granfondo Campagnolo Roma per lanciare il progetto ideato con Santilli. Ero convinto che sarebbe stata un’esperienza straordinaria, coronata subito da un grande successo. Roma avrebbe esercitato una forza di attrazione irresistibile sulle migliaia di cicloamatori e semplici appassionati della bici di ogni provenienza. La realtà superò dal primo momento ogni aspettativa. Mai viste tante biciclette nel centro storico della Capitale, neppure nelle domeniche dell’austerità. Un vero e proprio esercito pacifico, colorato e luccicante, schierato davanti al Colosseo tra lo stupore dei cittadini e dei turisti. Sapevamo di compiere un’operazione culturale rivoluzionaria e di lanciare al tempo stesso un nuovo grande evento destinato a restare negli anni a venire. Migliaia di ciclisti con la loro presenza festosa testimoniavano la gioia di riprendersi la città ‘rubata’ per troppo tempo dall’invasione del traffico e del cemento“.

Una settima edizione alla portata di tutti

La settima edizione della Campagnolo Roma “diventerà finalmente bici per tutti. Si tratta della novità più interessante dell’evento che interesserà la capitale il prossimo 14 ottobre- ha aggiunto Riccardo Viola, presidente Coni Lazio- Chiunque abbia una bicicletta potrà godersi una Roma insolita, chiusa interamente al traffico, pedalando con i partecipanti della Granfondo Campagnolo Roma, In Bici ai Castelli e dell’Imperiale; in linea con il fine di una manifestazione che rimane quello di stimolare la ciclomobilità a Roma ed il cicloturismo ai Castelli Romani. Si rinnova dunque il matrimonio tra la città più affascinante del mondo e il mezzo più idoneo per conoscerla a fondo. Senza filtri”.

Infine, il commento di Daniele Frongia, assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini di Roma Capitale: “Roma è orgogliosa di ospitare anche per il 2018 questa grande manifestazione che nel corso degli anni è divenuta uno degli appuntamenti ciclistici più apprezzati dagli amatori di tutto il mondo. Questo tipo di eventi e il loro risalto mediatico rappresentano un sicuro incentivo verso un nuovo modo di muoversi in città cui l’Amministrazione presta tanta attenzione”.

In arrivo nomi illustri

Tanti gli atleti del mondo del ciclismo e degli altri sport che si cimenteranno nella sfida di domenica: tra questi Andrea Tafi (una Parigi-Roubaix, un Giro delle Fiandre e tre Giri del Lazio) Alessandro Ballan, Campione del Mondo a Varese, Luca Paolini (una Gent-Wevelgem e tappe al Giro e Vuelta), Paolo Savoldelli (due volte vincitore del Giro d’Italia), l’ultra cyclist Omar Di Felice e Jenny Narcisi, plurimedagliata atleta della nazionale italiana di ciclismo paralimpico.

Le immagini sono trattae dalla pagina facebook dell’evento

Leggi anche:

12 ottobre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»