Vaccini, Burioni attacca il senatore leghista: "Parole intollerabili" - DIRE.it

Sanità

Vaccini, Burioni attacca il senatore leghista: “Parole intollerabili”

ROMA – “Non e’ tollerabile” quanto ha “espresso il senatore Paolo Arrigoni. Possiamo discutere sull’obbligo (vaccinale) perche’ e’ una scelta politica, ma non si puo’ non essere d’accordo sul fatto che in temi medici l’informazione deve essere corretta”. Roberto Burioni, medico, professore di Microbiologia e Virologia all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, fiero avversario dei No Vax, lo dice nel corso del programma ‘Genetica Oggi’ condotto da Andrea Lupoli su Radio Cusano Campus.

Martedì scorso Arrigoni su Facebook ha attaccato le dichiarazioni di Alberto Villani, presidente della Società Italiana di Pediatria – che rassicurava sull’uso dei vaccini – definendole “vergognose, offensive ed un insulto alle centinaia di persone, soprattutto bambini, che invece dai vaccini sono rimaste danneggiate in modo irreversibile”.

Come spiega Burioni, “non si puo’ dire ad una donna in gravidanza che fumare fa bene, non si puo’ dire ad una persona che ha l’epatite che bere lo aiutera’ a guarire. Le bugie in medicina hanno conseguenze gravissime, spesso mortali. Quando questa disinformazione la fa un senatore, come ha fatto ieri Arrigoni della Lega, parlando di centinaia di bambini danneggiati dal vaccino, che non esistono perche’ i vaccini usati sono sicurissimi. Non si possono spaventare i genitori, nessuno vuole limitare la liberta’ di espressione ma gridare c’e’ una bomba in uno stadio affollato non e’ una manifestazione della liberta’ di opinione, e’ una dichiarazione irresponsabile”.

In tutto ciò, “se Arrigoni dice che il sughero va a fondo, il sughero comunque galleggia. Vorrei che il senatore Arrigoni sostanziasse le sue dichiarazioni, visto che ha detto che ci sono centinaia di bambini danneggiati dai vaccini, con delle pubblicazioni scientifiche- conclude Roberto Burioni, medico, professore di Microbiologia e Virologia all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano- Se non puo’ farlo, e dubito possa, ha detto una cosa molto grave”.

6 settembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»