AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE politica

Selfie di Salvini con Insigne, fa infuriare i tifosi

ROMA – Galeotto fu il selfie. Quello che il segretario della Lega Matteo Salvini ha scattato in compagnia di Insigne, Callejon e del vicepresidente del Napoli. Poche e innocenti parole, quelle del leader leghista, che tuttavia sui social hanno innescato ironie e polemiche, complice anche la tensione per la partita di questa sera, il big match del campionato tra Napoli e Juve. “Sono per lavoro a Castel Volturno, dove ho incontrato 70 amministratori locali (sindaci, assessori e consiglieri) che porteranno avanti le battaglie della Lega in Campania, grandissimi! E in albergo chi incontro? Insigne, Callejón e il vicepresidente del Napoli, simpaticissimi! Viva il bel calcio”, scrive sui social Matteo Salvini postando la foto del selfie.

E l’ironia impazza sui social: “Ma lei non è lo stesso Matteo Salvini che cantò ‘Senti che puzza, scappano anche i cani stanno arrivando i napoletani’ a Pontida? E oggi abbraccia un napoletano. Allora alzò un bicchiere di birra, e oggi, in quella stessa mano, stringe uno smartphone. Chiamava il suo partito ‘Lega Nord’ e ora lo chiama semplicemente ‘Lega. Viva la bella politica”, scrive un utente di Facebook. Durissimi i commenti dei tifosi del Napoli:

 

Gli fa eco un altro internauta che secco scrive: “L’uomo del Sud non dimentica“. C’è anche chi la prende a ridere: “Insigne a capo del governo, Callejon agli esteri, tu vai a fare il terzino sinistro al Napoli…al vicepresidente soldi e bella vita!” e chi posta un fotomontaggio con i naziskin di Como.

Qui sotto il video che ritrae Salvini a Pontida nel 2009. Il leader della Lega ha ribadito più volte le sue scuse e che si trattava di un coro da tifo calcistico e in un’intervista al Mattino aveva detto “Per quel coro cosa devo fare? Mi metto in ginocchio, vengo in processione…”.

01 dicembre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988