Politica

Aggressione naziskin a Como, Renzi: “Condanna sia unanime, non si scherza”


ROMA – “Qualsiasi gesto di violenza va condannato senza se e senza ma. Intimidazioni e provocazioni di segno fascistoide vanno respinte non solo dalla sinistra ma da tutta la comunità politica nazionale, senza eccezione alcuna. Su questi temi non si scherza”. Così il segretario del Partito Democratico Matteo Renzi stigmatizza su facebook le reazioni (mancate) a proposito dell’aggressione nazista ai volontari della Rete solidale di Como.

Secondo il segretaro dem, infatti, le reazioni  di una parte del mondo politico al video diffuso ieri, nel quale veniva ripresa l’irruzione del gruppo ‘Veneto fronte skinhead’ nella sede della Rete solidale di Como durante una riunione, sono state troppo timide.

I ‘naziskin’, entrati nella sala, hanno accerchiato gli attivisti e letto un comunicato contro i “soloni dell’immigrazionismo a ogni costo”. “Non fate rumore che sopra stanno facendo lezione”, l’ironica reazione dei militanti che, dopo aver ascoltato il comunicato, hanno consegnato un volantino pro immigrazione ai neonazisti.

30 novembre 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»