Caso salma al Cardarelli “notizia falsa e criminale”, De Luca fa querela / VIDEO

La notizia, circolata ieri, è stata smentita dai vertici del nosocomio e dai Nas
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

di Nadia Cozzolino, giornalista

NAPOLI – “È stata presentata una querela contro chi ha diffuso quella notizia falsa”. Lo ha detto Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, a margine di una conferenza stampa sulla campagna d’informazione per i vaccini, parlando del presunto caso di una salma abbandonata accanto a un bagno dell’ospedale Cardarelli di Napoli. La notizia è stata poi smentita dai vertici del nosocomio e dai Nas. “E’ un episodio di aggressione mediatica costruito sul nulla, un vergognoso atto criminale – ha spiegato il governatore – rispetto anche a quello che è successo al Cardarelli”.

De Luca ha definito “scandaloso” il servizio mandato in onda “su Rai News che ha trasmesso la notizia falsa diverse volte, è indegno di un Paese civile. E’ in corso un lavoro di riorganizzazione e di rilancio della sanità e mi convinco che siamo davanti a campagna che tende ad ostacolare il rinnovamento della sanità in Campania. Non tollereremo più una virgola di queste campagne diffamatorie, ci sono aree di potere che hanno interesse a tenere tutto così com’è. Ma saranno spazzate via. Il Cardarelli oggi è il migliore ospedale d’Italia”.

De Luca ha ricordato un altro episodio simile verificatosi nelle scorse settimane in un altro nosocomio, quello di Vallo Della Lucania (Salerno): “C’era una foto di un anziano arteriosclerotico che voleva essere operato per una frattura al femore che non c’era. L’infermiere – ha detto il governatore – cerca di riportarlo in camera perché si era buttato a terra. Lo hanno fotografato in quel momento come se fosse quella la sanità ordinaria”. Il caso era stato segnalato dal consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, esponente della maggioranza di De Luca in Regione. “Ha sbagliato a farlo – ha commentato De Luca -, gliel’ho detto 3mila volte”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»