Da Civica Scuola Cinema Visconti e Netflix nasce Master in ‘Series Development’

Franceschini: "L'Italia sarà tra i Paesi guida nell'audiovisivo"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, con il sostegno di Netflix, apre un nuovo percorso formativo con l’obiettivo di rispondere alla domanda del settore dell’audiovisivo di nuove professionalità competitive a livello italiano e internazionale nell’ambito della serialità. Si tratta del “Master in Series Development – Sviluppo e produzione creativa della serialità”, il primo nel suo genere, che offrirà nuove professionalità nel settore dell’audiovisivo: dai player tradizionali ai nuovi servizi di Video on Demand in streaming. 

La figura professionale che il Master intende formare è quella del Development Executive, un ruolo cruciale sia all’interno delle case di produzione che dei broadcaster. Il Development Executive oltre ad operare nella fase di sviluppo del prodotto, ne accompagna tutto il ciclo di vita inclusa la produzione, la post-produzione e la promozione: una figura quindi è assimilabile a quella del produttore delegato o del produttore creativo. Per supportare la crescita delle professionalità legate al mondo dello sviluppo seriale in Italia, Netflix ha deciso di sostenere il Master per i suoi primi 3 anni di vita, offrendo docenze da parte di suoi collaboratori, sostenendo la comunicazione, ma soprattutto contribuendo con borse di studio, totali o parziali, per offrire questa possibilità a tutti i talenti che desiderino entrare nel mondo dell’audiovisivo.

Sia la Civica Scuola di Cinema che Netflix sono infatti impegnati nella difesa del valore dell’Inclusione: la selezione degli studenti terrà  quindi conto di questo valore favorendo condizioni di accesso paritetiche, il più possibile attente ai valori della diversità, della multiculturalità e alle differenze di condizioni socio-economiche.  Il Master avrà libertà e ricchezza di contributi, dando spazio sia in termini di docenze che di stage, ad ogni produttore e ad ogni broadcaster/fornitore di servizi audiovisivi, senza limitazioni e vincoli.

I CORSI

I contenuti formativi del Master saranno focalizzati su tematiche editoriali ma approfondiranno anche aspetti relativi al mercato, alla distribuzione, ai diritti, alle problematiche produttive e al marketing. Rispetto ai generi audiovisivi, il focus sarà sullo scripted seriale live action, ma verranno incluse anche testimonianze riguardanti il cinema e l’animazione. In quest’ottica, i docenti saranno tutti professionisti di livello internazionale riconosciuti per la qualità dei prodotti realizzati e saranno privilegiate metodologie didattiche attive quali esercitazioni pratiche di gruppo e individuali, case histories, role playing, simulazioni di pitch, testimonianze aziendali.

MODALITÀ D’ISCRIZIONE

Il Master si rivolge a neolaureati e giovani professionisti in possesso di Laurea triennale o equipollente in materie relative alla comunicazione mediale. Le iscrizioni e le ammissioni saranno aperte dal 1° aprile fino al 15 giugno 2021. Il Master si terrà tra il 18 ottobre 2021 e il 30 settembre 2022 e prevede cinque mesi di aula e sei mesi di stage facoltativi, che potranno essere effettuati presso case di produzione di fiction, fornitori o meno di Netflix, presso broadcaster televisivi o servizi VoD. Ad oggi hanno aderito alla possibilità di offrire stage: Rai, Sky Italia, Cattleya, Cross Productions, Fabula Pictures, Groenlandia, Indiana Production, Indigo Film, Lucky Red, Movimenti Production, Studio Bozzetto, The Apartment Pictures, 3zero2tv, Lux Vide.

FRANCESCHINI: “ITALIA SARÀ TRA PAESI GUIDA NELL’AUDIOVISIVO

“L’Italia ha davanti un futuro di crescita enorme ed esponenziale nel settore del cinema e dell’audiovisivo, saremo presto Paese guida”. Lo ha detto il ministro della Cultura Dario Franceschini, intervenendo alla presentazione in streaming del Master in Series Development – Sviluppo e produzione creativa della serialità, organizzato dalla Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti di Milano con il supporto di Netflix. “Un master- ha detto il ministro- che è un’ottima notizia perché investe sui nuovi talenti e li prepara alle richieste del mercato“. Franceschini ha poi aggiunto che “alla creatività italiana e alla bellezza italiana che offre location uniche al mondo si aggiungono degli elementi di novità, come la nuova legge sul cinema e audiovisivo che opera già da alcuni anni e che ha fatto crescere gli investimenti sia italiani che stranieri nel nostro Paese. Così come la scelta di aumentare il tax credit fino al 40% in diversi comparti, una decisione non legata alla sola emergenza ma che abbiamo deciso di rendere permanente dal 2021. E infine, un’importante operazione d’investimento su Cinecittà, come luogo nazionale di attrattività di grandi produzioni internazionali. Tutti questi elementi uniti alla forte crescita mondiale di questo comparto- ha sottolineato- ci farà diventare in fretta un Paese guida non soltanto in Europa ma nel mondo nel settore del cinema e dell’audiovisivo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»