Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Violenze in Congo, gli Usa richiamano i diplomatici: “Tutti a casa”

Il dipartimento di Stato dichiara "sospesa" qualsiasi missione di funzionari
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

congo3

ROMA – Gli Stati Uniti hanno disposto oggi l’evacuazione delle famiglie del personale diplomatico e consolare americano dalla Repubblica democratica del Congo, sottolineando il rischio di nuove violenze dopo gli almeno 50 morti nelle proteste della scorsa settimana a Kinshasa. In una nota del dipartimento di Stato precisa allo stesso tempo che è sospesa qualsiasi missione di funzionari.

Tra le motivazioni il moltiplicarsi in Congo di “bande, gruppi armati ed elementi dell’esercito che uccidono, stuprano, saccheggiano, rubano automobili e conducono operazioni militari o paramilitari prendendo di mira civili in modo indiscriminato”. Il Congo è da mesi ostaggio di una crisi legata alla possibilità di una nuova candidatura del presidente Joseph Kabila nonostante il limite di due mandati fissato dalla Costituzione.

di Vincenzo Giardina, giornalista professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»