Ragazzi, non perdetevi in un bicchiere. Al liceo Manara di Roma la campagna di Iss e Diregiovani

La combinazione tra alcol e tecnologie può aprire le porte a nuove dipendenze tra i giovanissimi. L'allarme lanciato dal professor Emanuele Scafato, direttore dell’Osservatorio nazionale alcol dell’Istituto Superiore di Sanità. Il video
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  Attenti a quei due: la combinazione tra alcol e tecnologie può aprire le porte a nuove dipendenze tra i giovanissimi. L’allarme è arrivato questa mattina dal professor Emanuele Scafato durante l’incontro che si è tenuto al liceo Manara di Roma.

“Abbassando la percezione del rischio -spiega Scafato, direttore dell’Osservatorio nazionale alcol dell’Istituto Superiore di Sanità – l’alcol espone giovani inesperti a rischi incrementali rispetto alla popolazione generale”. E il rischio di dipendenza si moltiplica con l’associazione tra alcol e giochi online o d’azzardo. “È molto importante avere queste informazioni subito” per i ragazzi che arrivano al liceo dalle medie, e sono esposti per la prima volta alla frequentazione con studenti di quattro o cinque anni più grandi.

Lo spiega il professor Francesco Castiglione, che ha fortemente sostenuto l’adesione del “Manara” alla campagna dell’Istituto Superiore di Sanità e di diregiovani.it “Non perderti in un bicchiere”, in cui si inserisce l’incontro di oggi. Grazie all’informazione scientifica sui rischi insiti nelle dipendenze, in particolare da alcol e fumo, gli studenti hanno, per Castiglione, “gli strumenti per poter decidere che stile di vita adottare”.

Il videoservizio

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»