hamburger menu

Villadei dallo Spazio: “Un onore essere qui, Ax-3 grande lavoro di squadra”

Nell'Auditorium dell'Agenzia Spaziale Italiana a Roma collegamento con studenti di scuole superiori e università

Pubblicato:30-01-2024 14:19
Ultimo aggiornamento:09-02-2024 15:23
Canale: Mondo Hi-Tech
Autore:
walter villadei
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – “Per me è un privilegio, un onore e una grande gioia poter essere qui a bordo con alle spalle il nostro Tricolore, a rappresentare l’Italia, a portare tecnologia e scienza, molta della quale ha fornito proprio l’Agenzia spaziale italiana”. Walter Villadei, in collegamento dalla Stazione Spaziale Internazionale nell’ambito della missione Ax-3 ha salutato così questa mattina gli studenti delle scuole superiori e delle Università raccolti nell’Auditorium dell’Agenzia Spaziale Italiana a Roma. “L’emozione che provo è grandissima anche perchè ho la consapevolezza che questo volo e questa questa missione sono il risultato di un grande lavoro di squadra che ha iniziato con l’Aeronautica militare e si è allargata dal ministero della Difesa all’Agenzia Spaziale Italiana- ha aggiunto Villadei- Portiamo in volo esperimenti, scienza e tecnologia che vengono dal mondo accademico, dal mondo scientifico ma anche da quello industriale, istituzionale e militare. Quindi per me essere qui a dare un piccolo contributo a questa grande comunità è una grande soddisfazione, nella consapevolezza che è un lavoro di squadra“.

LEGGI ANCHE: L’astronauta Villadei saluta dallo spazio i pazienti del Bambino Gesù
LEGGI ANCHE: Spazio, partita la missione Ax-3: Villadei in orbita
LEGGI ANCHE: La nuova Stazione spaziale: privata e con l’Italia a bordo

“La missione Ax-3 di Axiom vede una collaborazione pubblico-privata e sottolinea come il settore sta cambiando. Gli attori privati hanno acquisito importanti quote di mercato in segmenti quali lanciatori innovativi, veicoli spaziali, tecnologie per la vita nello spazio”, ha detto il direttore dell’Agenzia Spaziale Italiana, Luca Vincenzo Maria Salamone, inaugurando questa mattina l’evento organizzato all’Auditorium dell’Agenzia Spaziale Italiana in occasione del collegamento con la Stazione Spaziale Internazionale nell’ambito della missione Ax-3. “Lo Spazio è un settore in cui l’Italia esprime competenze eccellenti, costituisce un presidio diplomatico che genera notevoli benefici economici per tutta la società, anche grazie agli investimenti degli ultimi decenni e la partecipazione ai programmi dell’Agenzia spaziale europea grazie ai quali l’Italia ha acquisito capacità sistemiche di tecnologie chiave che la pongono in prima linea nella corsa allo Spazio e un ruolo di leadership in tutti i settori dello Spazio, comprese le iniziative di carattere puramente commerciale”, ha aggiunto Salamone. Un’eccellenza testimoniata dalla partecipazione allo sviluppo della Iss con il nuovo approccio commerciale nell’orbita bassa, ha spiegato il direttore di Asi. “Il nostro Paese vanta anche una riconosciuta tradizione di ricerca e formazione anche accademica nel settore spaziale: dalle eccellenze universitarie sono nate spin-off e start up, a conferma della qualità delle nostre università in questo ambito- ha aggiunto Salamone- La missione Ax-3 è quindi l’occasione per dimostrare ancora una volta la capacità scientifica e tecnologica del sistema Paese, contribuendo a rafforzare il rilevante ruolo dell’Italia in tutti i comparti di questo settore strategico. Nasce da un grande lavoro di squadra possibile anche grazie all’ampio supporto governativo che ha permesso di raggiungere gli obiettivi prefissati dal programma. La missione Ax-3 dà la possibilità al Paese di incrementare conoscenze scientifiche, tecnologiche e operative, legate alle attività umane nello spazio attraverso esperimenti in microgravità”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2024-02-09T15:23:03+01:00