A Vibo Valentia la ‘curiosa’ alleanza tra Partito democratico e sovranisti

Nel capoluogo calabrese sono state presentate sedici liste a sostegno di quattro candidati sindaco
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

REGGIO CALABRIA – Sarà una sfida a quattro per la poltrona di primo cittadino del Comune di Vibo Valentia, unica amministrazione capoluogo di provincia calabrese che andrà a voto il prossimo 26 maggio per il rinnovo del Consiglio comunale e per l’elezione diretta del sindaco.

Complessivamente sono state presentate 16 liste elettorali. La coalizione più numerosa è rappresentata dal candidato della coalizione del centrodestra: sono otto le liste a sostegno di Maria Limardo, avvocato di 59 anni, da sempre impegnata in politica prima con Alleanza nazionale successivamente con il Pdl. La sua candidatura è supportata da Forza Italia e Fratelli d’Italia. Il Partito democratico, insieme ad altre cinque liste, all’interno delle quali si ritrovano anche esponenti sovranisti, sosterrà invece la candidatura di Stefano Luciano, avvocato 37enne, presidente del Consiglio comunale fino al marzo dello scorso anno.

Il Movimento 5stelle punterà su Domenico Santoro, architetto di 65 anni ed insegnante, che avrà a supporto una sola lista tutta pentastellata nata con il supporto del meetup cittadino. Quarto candidato alla carica di sindaco di Vibo Valentia è Francesco Belsito, imprenditore di 55 anni, espressione della lista Fare ispirata dall’ex sindaco di Verona Flavio Tosi.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

29 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»