Scuola, Giannelli (Anp): “Pronti a ripartire, speriamo senza ulteriori interruzioni”

antonello giannelli
"Ora auspichiamo che tutti gli studenti del secondo ciclo possano rientrare"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Le scuole sono pronte alla riapertura già da settembre. Il primo ciclo, peraltro, fatta eccezione per questo ultimo periodo che lo ha visto in sospensione della didattica in presenza nelle zone rosse in forza dell’ultimo Dpcm, ha garantito in quasi tutto il territorio nazionale le attività in aula. Auspichiamo che, con l’avallo delle autorità sanitarie, tutti gli studenti del secondo ciclo possano rientrare in classe”. Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione nazionale presidi (Anp), commenta all’agenzia Dire la situazione nelle scuole italiane a pochi giorni all’entrata in vigore del nuovo Dpcm che prescrive l’apertura degli istituti anche in ‘zona rossa’.

Secondo quanto annunciato venerdì in conferenza stampa dal presidente del Consiglio Mario Draghi, le scuole rimarrebbero aperte fino alla prima media nelle zone rosse, e fino alla terza media nelle zone arancioni, con una didattica in presenza tra il 50 e il 75% delle presenze alle superiori.

“Le scuole si attengono alle disposizioni dell’esecutivo o alle ordinanze regionali che possono essere più restrittive- commenta Giannelli- L’autonomia scolastica in questi casi può avere un peso solo sul secondo ciclo là dove le scuole, in base ai dati di contesto, possono decidere in merito alla percentuale di studenti in presenza su un range compreso tra i 50 e il 75% della loro consistenza numerica”. I dirigenti, quindi, si dicono soddisfatti per il nuovo decreto. “Le scuole- ribadisce il presidente di Anp- sono luoghi sicuri. Se il CTS dice che si può rientrare in classe in sicurezza, non si può che sperare che ciò accada senza più interruzioni”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»