Bonino: “Ok manifesto Calenda ma no a listone unico”. Lui: “Lo rispetto ma vado avanti”

ROMA - "Va bene il manifesto di Carlo Calenda, ma il listone non va bene, meglio che ognuno faccia la
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Va bene il manifesto di Carlo Calenda, ma il listone non va bene, meglio che ognuno faccia la lista per conto suo“. Cosi’ Emma Bonino a Circo Massimo su Radio Capital. E sul suo profilo twitter aggiunge: “Non critico il manifesto di Carlo Calenda, che abbiamo invitato al congresso di +Europa. Ma una cosa è un manifesto e un’altra è una lista per le europee unica, che sarebbe penalizzante con un sistema proporzionale, con sbarramento al 4%”.

CALENDA A BONINO: RISPETTO VOSTRE SCELTE, NOI ANDIAMO AVANTI

“Solo se tutti i partiti che si presentano superano il 4% Emma. Altrimenti facciamo un gigantesco regalo ai sovranisti. Detto questo massimo rispetto per le vostre scelte. Avete fatto un grande e difficile lavoro con +Europa e nessuno ha il diritto di dirvi cosa fare. A presto”. Lo scrive su twitter Carlo Calenda in risposta alle parole di Emma bonino.

In un altro tweet aggiunge: “L’obiettivo di #SiamoEuropei è trovare la strada per costruire un grande movimento europeista, unito e coeso. Se Pd, +Europa e Italia in Comune faranno legittimamente scelte diverse se ne assumeranno la responsabilità. Noi andiamo avanti“.

LEGGI ANCHE: Il manifesto di Calenda per rifondare l’Unione Europea supera le centomila adesioni

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»