NEWS:

Tg Politico Parlamentare, edizione del 28 novembre 2023

Si parla di incontro sindacati-governo, mercato tutelato, scontro governo-toghe, sovranisti europei

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

INCONTRO SINDACATI-GOVERNO, LANDINI CONFERMA SCIOPERO

“Confermo tutte le ragioni dello sciopero perché al di là dell’ascolto, al momento il governo non ha cambiato nulla della manovra”. Nessun passo indietro, al termine dell’incontro a palazzo Chigi, il leader della Cgil Maurizio Landini conferma lo sciopero indetto dai sindacati. All’incontro con Giorgia Meloni e Matteo Salvini, oltre a diversi ministri, hanno preso parte anche i segretari di Uil, Cisl e Ugl. Il governo, spiega il segretario della Uil Pierpaolo Bombardieri, ha aperto uno spiraglio sulle pensioni dei medici. “Ci hanno parlato di modifiche, non di ritirare la norma”, precisa Bombardieri. Di “incontro importante” parla invece il segretario della Cisl Luigi Sbarra, che apprezza la presenza di quasi tutti i ministri. “Dobbiamo considerarlo un segno di rispetto”, dice.

ADDIO MERCATO TUTELATO, SCHLEIN: È LA TASSA MELONI

La mancata proroga del mercato tutelato è una sorta di “tassa Meloni sulle bollette”. E’ l’accusa che la segretaria del Pd Elly Schlein rivolge al centrodestra. Il Consiglio dei ministri di ieri, infatti, ha approvato il decreto energia senza il rinnovo del mercato regolato dalle tariffe dell’Autority che scade all’inizio del 2024. Per l’esecutivo si tratta di una liberalizzazione prevista dal Pnrr, per l’opposizione un regalo “alle lobby dell’energia”. Nel corso di una conferenza stampa nella sede del Partito democratico è intervenuto in videocollegamento anche Pierluigi Bersani. Secondo l’ex ministro “la scusa del piano nazionale di ripresa e resilienza è ridicola, il governo poteva negoziare questo obiettivo”, sostiene. Il Pd chiede al governo di tornare indietro per non esporre 5 milioni di famiglie fragili a un aumento delle utenze.

GIUSTIZIA, È ANCORA SCONTRO GOVERNO-TOGHE

Si inasprisce lo scontro con i magistrati innescato dalle parole del ministro Guido Crosetto e alimentato ieri dall’approvazione in Consiglio dei ministri delle due nuove norme in tema di giustizia. L’Associazione nazionale magistrati insorge sui nuovi criteri di valutazione delle toghe: “’Pagelle’- dice il presidente Santalucia- è un termine infelice, come se fossimo scolari”. Intanto, però, Matteo Renzi e Giorgio Mulè, di Forza Italia, rilanciano l’idea del governo di introdurre i test psico-attitudinali per i magistrati. Giuseppe Conte ribadisce la sua contrarietà ai test, mentre per Elly Schlein questo è “il governo dei complotti immaginari e dei nemici a tutti i costi”.

SALVINI RIUNISCE I SOVRANISTI EUROPEI A FIRENZE

Nessuna competizione con Giorgia Meloni e Antonio Tajani in vista delle europee, a giugno Matteo Salvini sogna di riunirsi con gli alleati. “Essere in un solo gruppo sarebbe un sogno, confido però in una maggioranza solida e senza veti”, spiega il leader leghista parlando con la stampa estera. Intanto domenica, a Firenze, la Lega promuove un evento sulle elezioni europee organizzato da Identità e Democrazia del Parlamento. Presenti 14 delegazioni, compresa quella olandese guidata dal futuro premier Geert Wilders che ha minacciato l’uscita del suo Paese dall’Ue. “Non sarà un cantiere nero- promette Salvini- esporremo una nuova idea di Europa fondata sulla libertà”. La speranza, ammette il segretario della Lega, “è riunire tutto il centrodestra europeo, oggi diviso in tre”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it