Porto Rico, dopo la devastazione di Maria riaprono alcuni porti

Gli aiuti per la popolazione continuano e ieri sono stati consegnati tremila pasti e 4.500 litri di acqua
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  L’uragano Maria ha devastato Porto Rico. Gli aiuti per la popolazione continuano e ieri sono stati consegnati tremila pasti e 4.500 litri di acqua nel centro per le emergenze di Humacoa.

Ad occuparsene la Guardia costiera statunitense, insieme alla Croce Rossa e a enti e polizia di Porto Rico.

Nel frattempo alcuni porti sono stati riaperti, molti dei quali con delle restrizioni dovute ai danni. Tra questi: Guayama (Puerto Rico), Fajardo, Culebra (Vieques), Arecibo (Puerto Rico), St. Thomas, East and West Gregerie Channels, U.S. (Virgin Islands), Charlotte Amalie (St. Thomas), Red Hook (St. Thomas),  Cruz Bay, St. John  Frederiksted (St. Croix).

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»