Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Violenza donne, L’Oreal al fianco dei progetti italiani di fondazione Pangea

Tutto il lavoro di accompagnamento e supporto a donne e bambini in uscita dalla violenza sarà il cuore del progetto con la multinazionale francese
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’Oreal scende in campo al fianco dei progetti di sostegno e uscita delle donne dalla violenza promossi in Italia da fondazione Pangea Onlus attraverso ‘Fund For Women‘, un fondo complessivo da 50 milioni di euro a supporto delle donne vulnerabili inserito all’interno del programma di sostenibilità ‘L’Oreal For The Future‘ con obiettivi al 2030. Con una generosa donazione destinata all’Italia, pari a 220mila euro, l’azienda leader della cosmesi avvia una vera e propria partnership con Pangea, attiva dal 2002 nell’ambito dei diritti umani delle donne con progetti di empowerment femminile attivi Italia, ma anche in Paesi come Afghanistan e India. La collaborazione è stata presentata oggi in una conferenza stampa promossa, scrive Pangea, per “mostrare l’impegno comune durante e oltre la pandemia anche attraverso la voce e le testimonianze delle donne beneficiarie dei progetti di microcredito, gestione economica, formazione professionale e contrasto alla violenza”.

“Con L’Oreal- spiega nel corso del suo intervento il presidente della fondazione Pangea, Luca Lo Presti– si è creata un’empatia su questa problematica, con uno scambio durato mesi per riuscire a capire quanto investire e in che modo. La soddisfazione non è solo nell’entità della donazione, ma anche nella certezza di poter fare insieme un percorso importante e innovativo che aiuterà tantissime donne ad uscire da una condizione di violenza e a ricominciare la propria vita con un percorso fatto d’amore e solidità che durerà nel futuro”. Alla base della filosofia di Pangea, le tre ‘A’ che corrispondono alle iniziali delle tre parole chiave della metodologia utilizzata nei percorsi di fuoriuscita dalla violenza: “ascolto, accoglienza, accompagnamento“, ricorda Lo Presti.

“Pangea lavora in Italia dal 2008- racconta Simona Lanzoni, vicepresidente della fondazione Pangea e coordinatrice della rete Reama- Il Covid ha spiazzato anche noi, ma il lavoro pregresso dello sportello antiviolenza online attivato da anni ci ha permesso di fare un lavoro immediato con le donne, tanto è vero che appena è scattato il primo lockdown abbiamo subito dato l’allarme”. Infatti, sottolinea Lanzoni, “per noi era evidente che con la chiusura nelle case le situazioni di violenza domestica sarebbero diventate esplosive“, come i numeri purtroppo hanno dimostrato: “Sono stati 111 femminicidi nel 2020 e 43 i bambini rimasti orfani- ricorda- Dall’inizio del 2021 a oggi sono stati 11 i femminicidi. Spesso anche i bambini restano uccisi da queste relazioni violente: nel 2020 ne sono stati uccisi dieci, quest’anno uno”, mentre Pangea nel solo 2020 è ha aiutato circa 2mila donne. Proprio sul recupero dei bambini, oltre che delle loro madri, lavora la fondazione, per rompere quella che Lanzoni chiama la “trasmissione intergenerazionale della violenza”, attraverso “laboratori ludo-pedagogici con cui vogliamo far capire loro che non è il modello con cui ci si relaziona con gli amici, gli insegnanti o sul posto di lavoro. Dall’inizio del 2021- fa sapere- le donne che ci hanno contattato sono 54, con a carico ben 46 minori”. Un numero che rende l’idea di quanto sia significativa in termini quantitativi la presenza dei più piccoli in contesti di violenza.

Tutto il lavoro di accompagnamento e supporto a donne e bambini in uscita dalla violenza sarà il cuore del progetto con la multinazionale francese: “All’interno di questo fondo di 50 milioni stanziato da L’Oreal per sostenere e supportare le donne a livello internazionale- spiega Filippo de Caterina, direttore Comunicazione corporate, public affairs e sostenibilità di L’Oreal Italia- ci è stato chiesto di individuare dei partner locali. Abbiamo trovato in Pangea il partner ideale e questo progetto di funding è stato uno dei primi approvati. Abbiamo stanziato 220mila euro creando un progetto per l’Italia che sostiene quello che Pangea fa da anni: contiamo che possa avere gambe e futuro”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»