L’annuncio di Salvini: “Sabato sarò al congresso mondiale delle famiglie a Verona”

L'annuncio del vicepremier mentre continuano le polemiche
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Sabato saro’ a Verona” per il congresso mondiale delle famiglie”. Matteo Salvini, vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno, lo conferma in una diretta Facebook dalla sua pagina personale.

“Nessuno intende negare i diritti acquisiti, la parita’ fra i sessi e la liberta’ di scelta delle donne”, rassicura Salvini, “pero’ nessuno mi puo’ proibire di sostenere il futuro del Paese attraverso la famiglia che mette al mondo figli”.

LEGGI ANCHE: 

Congresso famiglie Verona, Don Ciotti: “Una vergogna”

L’avvocata della Sacra Rota contro il Congresso di Verona: “Altro che Cattolicesimo, manipolano il Vangelo”

Bussetti: “Andrò al Congresso delle Famiglie a Verona, mi hanno invitato”

FAMIGLIA. RETE STUDENTI: BUSSETTI A VERONA NON RAPPRESENTA LA SCUOLA

Continuano intanto le proteste. La Rete degli Studenti Medi attacca il ministro dell’Istruzione, che sarà presente a Verona: “Il 29, 30 e 31 marzo a Verona si terra’ il XIII congresso mondiale delle famiglie (World Congress of Families), una lobby di matrice integralista cattolica e conservatrice impegnata a contrastare tutte le conquiste dell’ultimo secolo nel campo dei diritti civili. Come studenti riteniamo inaccettabile la presenza del ministro dell’Istruzione Marco Bussetti”.

“Dalla sua posizione il ministro potrebbe attuare un enorme cambiamento dal punto di vista della percezione della sessualita’ e dell’affettivita’, se solo il tema gli interessasse davvero. Nelle scuole e nelle universita’ mancano dei veri programmi in grado di informare e formare i giovani su un tema cosi’ delicato e cruciale”, dichiara Giammarco Manfreda, Coordinatore Nazionale della Rete degli Studenti Medi.

“Ma Bussetti evidentemente preferisce affrontare queste tematiche diversamente, a fianco a personaggi che fanno tutt’altro che trasmettere una cultura del rispetto di se’ e degli altri, insegnamenti essenziali per contrastare le piaghe sociali dell’omofobia, la transfobia, la disparita’ di genere e le varie forme di violenza domestica”, dichiara Enrico Gulluni, Coordinatore Nazionale dell’Unione degli Universitari.

“Bussetti dovrebbe fare un po’ di piu’ il suo lavoro- Concludono Gulluni e Manfreda- e un po’ meno le passerelle politiche del suo partito: cosi’ non rappresenta nessuno”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»