“Quel giorno ho capito che non avrei mai potuto uccidere”, Segre ricorda

La ministra del lavoro, Nunzia Catalfo condivide il video della senatrice a vita sui social, e scrive: "Le sue parole sono il miglior insegnamento per i nostri giovani"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  “Oggi ricorre la Giornata della Memoria. Ricordare la tragedia della Shoah significa trasmettere i valori della pace e della liberta’ alle nuove generazioni, contro la cultura dell’odio e l’antisemitismo. Condivido con voi un estratto dell’ultima testimonianza pubblica della senatrice Liliana Segre. Le parole di Liliana Segre sono l’insegnamento migliore per i nostri giovani”. Lo scrive su twitter Nunzia Catalfo, ministra del Lavoro, che pubblica un video di Liliana Segre, nel quale la senatrice a vita ricorda la prigionia e quel giorno in cui avrebbe potuto sparare al suo carnefice, ma decise di non farlo. “Pensai ora raccolgo la pistola e gli sparo- ricorda Segre- Fu un attimo importantissimo, decisivo nella mia vita, in cui capii che mai avrei potuto uccidere qualcuno. Da quel momento sono diventata quella donna libera, quella donna di pace con cui ho convissuto fino ad adesso”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»