NEWS:

Lavoratori in nero, Di Battista Senior: “Non si deve fare ma… Scusami Ale”

ROMA - "Ringrazio Alessandro per le sue parole. Lo ringrazio per la sua sincerità, per la sua onestà, per il

Pubblicato:27-01-2019 13:38
Ultimo aggiornamento:27-01-2019 13:38
Autore:

FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – “Ringrazio Alessandro per le sue parole. Lo ringrazio per la sua sincerità, per la sua onestà, per il suo rigore e per l’affetto che traspare dal suo messaggio. Lo ringrazio e confermo. Confermo quanto ho detto all’inviato delle Iene. Negli ultimi tempi mi sono dovuto avvalere di un collaboratore in ‘nero’. Saltuariamente e per qualche manciata di ore di lavoro ma comunque in ‘nero'”. Lo scrive su facebook Vittorio Di Battista, papa’ di Alessandro ex parlamentare M5s.

LEGGI ANCHE Di Battista: “Nell’azienda di mio padre c’è un lavoratore in nero, mi sono arrabbiato”

“Non si deve fare ma, a volte, le circostanze ti ci costringono- aggiunge- Non si deve fare ma, a volte, a doverlo fare sono decine e decine di migliaia di micro imprenditori, di artigiani e di piccoli commercianti. Non si deve fare ma, a volte, tante volte, l’alternativa è la cessazione di una attività. Non si deve fare e non lo rifarei, in primo luogo, per non arrecare un danno ingiusto ad Alessandro ed a tutto quello che lo contraddistingue ed in cui crede. Non si deve fare come tante altre cose nella vita. Scusami, Ale”.


Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


California Consumer Privacy Act (CCPA) Opt-Out IconLe tue preferenze relative alla privacy