Archeologia, in Arabia Saudita i monumenti più antichi della storia

I "mustatils" sarebbero stati edificati circa 2.500 anni prima delle piramidi di Giza, in Egitto, e 2.000 anni prima di Stonehenge, in Inghilterra. Di Brando Ricci
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Delle misteriose strutture in pietra scoperte dagli archeologi tre anni fa in diverse regioni dell’Arabia Saudita, potrebbero essere le piu’ antiche costruzioni umane della storia. A rivelarlo la ricerca di un gruppo di archeologi pubblicata sulla rivista scientifica The Holocene.

Secondo il team di esperti infatti, che si sono serviti delle datazioni al radiocarbone, questi antichi monumenti, noti come “mustatils”, rettangolo in lingua araba, risalirebbero a circa il 5.000 avanti Cristo. Questa datazione renderebbe le strutture in pietra una delle piu’ antiche costruzioni umane mai ritrovate: i “mustatils” sarebbero stati edificati circa 2.500 anni prima delle piramidi di Giza, in Egitto, e 2.000 anni prima di Stonehenge, in Inghilterra.

“Questo sito monumentale rappresenta una delle prime forme di costruzione su larga scala di strutture monumentali in pietra in tutto il mondo” si legge nel paper pubblicato dal team di archeologi. Gli esperti hanno lavorato sotto la direzione di Huw Groucutt, a capo dell’Extreme Events Group del Max Planck Institute for Chemical Ecology di Jena, in Germania.

“E’ probabile che queste strutture fossero spettacolari dal punto di vista visivo, e anche pitturate” ha detto Groucutt, secondo il quale, i ‘mustatils’ “potevano essere utilizzati come siti per i sacrifici di animali o per le feste rituali”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

26 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»