L’affondo di Speranza: “Gentiloni deve aver paura di Renzi, non di noi. Lui ambiguo”

"Rivendico la mia scelta", dice Speranza. E "mentre il Pd è imploso, Renzi è scappato in Usa"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Renzi è un tema, noi siamo un altro tema. Gentiloni deve avere paura di Renzi, non di Speranza”. Lo dice Roberto Speranza, leader della nuova formazione a sinistra, Democratici e Progressisti (Dp) a ‘L’intervista’ di Maria Latella su SkyTg24. Nel merito, aggiunge, “ci batteremo per spostare l’asse del governo sulle questioni sociali. Ma Gentiloni deve essere preoccupato dell’atteggiamento di Renzi che è ambiguo, la sua posizione non è chiara”. E la sua “corsa verso il voto è un tentativo per rilegittimare la sua leadership, non è un problema del paese. Noi- conclude Speranza- entriamo nel merito dei provvedimenti e cercheremo di migliorarli”.

“FAMILISMO È STATO ERRORE DI QUESTA STAGIONE “

“Il familismo è stato un errore di questa stagione, lasciamo ad altri fare cose familistiche, noi costruiamo una rete larga” dice Speranza a “L’Intervista’ su SkyTg24: la domanda di Maria Latella era stata se avrebbe candidato familiari di qualsiasi sorta, sfidandolo a verificare se effettivamente lo farà.

“DP SCELTA CHE RIVENDICO, RENZI IN FUGA… “

“Mi sono assunto una grande responsabilità ma poi ho fatto una scelta che rivendico”, dice Speranza. Quanto al viaggio di Renzi in California, Speranza lo definisce “una fuga dalle responsabilità, il suo partito è imploso e lui ha deciso di andarsene in California”. Speranza mette in dubbio anche il modello economico che propone la California e “non è che il centrosinistra va a imitare modelli che non hanno funzionato”, conclude Speranza.

LEGGI ANCHE:

Ecco il partito degli ‘scissionisti’: nasce “Democratici e Progressisti”

Rossi, Emiliano e Speranza preparano la scissione: “No al Partito di Renzi”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»