Instabilità al Nord tra Piemonte e Liguria, maltempo al Centro-Sud

Temperature in calo su gran parte della Penisola
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Giornata all’insegna del maltempo intenso al Nord Italia con rovesci e temporali localmente a carattere di nubifragio soprattutto al Nord Ovest. Tra Piemonte e Liguria sono attesi accumuli che potranno superare i 200 mm di precipitazione, mentre neve abbondante cadrà sulle Alpi occidentali a quote generalmente medio alte. Peggioramento sensibile soprattutto dalla serata su tutte le regioni con ancora fenomeni intensi al Nord Ovest. Al Centro progressivo peggioramento del tempo con addensamenti via via sempre più compatti fin dal mattino quando sono attese anche le prime piogge ad iniziare dall’alta Toscana.

Al pomeriggio rovesci e temporali sul versante tirrenico in estensione ai settori interni in serata e poi in nottata anche al versante Adriatico. Al Sud Italia giornata caratterizzata da un progressivo peggioramento, con maltempo intenso ad iniziare dalla Sardegna. Fenomeni diffusi anche sulla Sicilia e sulla Calabria ionica in estensione in serata anche ai settori Peninsulari con temporali localmente intensi soprattutto sulle coste Tirreniche e sul Salento. Le temperature sono attese in calo nei valori massimi su gran parte della Penisola, generalmente stazionarie le minime.

Il Centro Meteo Italiano http://www.centrometeoitaliano.it/

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»