Oltre mille farmaci in valigia, denunciato passeggero all’aeroporto di Napoli

Giunto in Italia dal Ghana via Parigi per eludere i controlli aveva deciso di non prelevare i bagagli, dichiarandoli immediatamente come smarriti
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – I funzionari dell’agenzia delle Dogane e dei Monopoli, insieme alla guardia di finanza in servizio all’aeroporto di Napoli Capodichino, hanno sequestrato, nel corso di un’operazione di sdoganamento e controllo dei bagagli individuali, 1.033 confezioni di medicinali e farmaci vari, privi di ogni certificazione e documentazione richieste dalla normativa comunitaria e nazionale.
Il viaggiatore, giunto in Italia dal Ghana via Parigi, per eludere i controlli aveva deciso di non prelevare i bagagli dai nastri trasportatori della sala arrivi dell’aeroporto, dichiarandoli immediatamente come smarriti. Le valigie erano cosi’ rimaste custodite nell’ufficio Lost & Found dell’aeroporto, in attesa che il proprietario tornasse a ritirarli. Il passeggero, un cittadino di nazionalita’ ghanese residente nella provincia di Caserta, non e’ comunque riuscito a eludere i controlli ed e’ stato denunciato.

I medicinali sequestrati, quasi 7.500 tra pillole, compresse e spray di varia natura e genere, avrebbero potuto fruttare cospicui guadagni se immessi sul mercato, con altissimi rischi per la salute dei potenziali acquirenti.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

25 Settembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»