hamburger menu

Cane lungo l’A1, il padrone dice: “Sarà salito di nascosto”

L'animale è stato salvato dagli agenti della Polizia stradale

Pubblicato:25-09-2018 15:13
Ultimo aggiornamento:17-12-2020 13:36
Canale: Ambiente
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

PARMA – Il cane è stato ritrovato lungo l’autostrada ma il padrone, che di mestiere fa l’autotrasportatore, ha negato l’abbandono. E ha pensato ad una spiegazione quantomeno bizzarra: alla Polizia ha detto che evidentemente l’animale si era nascosto nel furgone per andare con lui e poi, durante una sosta in un’area di servizio, era sceso.

Il salvataggio del cane risale a sabato: è stato avvistato lungo l’autostrada A1 all’altezza di Fontanellato, nel parmense, mentre vagava sulla carreggiata. A entrare in azione, per salvare l’animale e scongiurare incidenti, è stata una pattuglia della Polizia stradale di Parma, che ha messo in sicurezza la circolazione con una Safety car e poi è riuscita a trarre in salvo il cane. Era privo di collare, ma in buone condizioni di salute. Lì per lì è stato affidato ad un’associazione di volontariato per il recupero animali, chiamata dalla Polizia per venirlo a prendere.

Grazie al micro-chip, poi, gli agenti sono risaliti al legittimo proprietario, un autotrasportatore residente nella provincia di Alessandria appunto. Lo hanno chiamato e si sono sentiti rispondere con un racconto abbastanza surreale. L’uomo ha detto che sì, il cane sembrava proprio il suo, ma lui ancora non ne aveva notato l’assenza; ha spiegato che quella mattina era uscito di casa presto per mettersi in viaggio lungo l’autostrada. Cosa ci faceva il suo cane lì? Secondo lui “verosimilmente l’animale si era nascosto nell’automezzo per ridiscenderne proprio nella zona di Fontanellato dove egli aveva effettuato una sosta”. Gli agenti gliel’hanno restituito.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2020-12-17T13:36:03+01:00