Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Fca, addio a Sergio Marchionne

Le sue condizioni erano state dichiarate irreversibili già domenica
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sergio Marchionne è morto. Dal 27 giugno era ricoverato nel reparto di terapia intensiva di un ospedale di Zurigo. Era entrato per un’operazione alla spalla, ma poi ci sono state complicazioni e la sua situazione clinica si è aggravata.

Già domenica i medici aveva fatto sapere che le sue condizioni erano irreversibili. Il manager aveva 66 anni.

Sabato Fca ha comunicato pubblicamente i cambi al vertice dell’azienda (con la nomina di Mike Manley a nuovo ad di Fca) e domenica è stata diffusa la lettera di John Elkann ai dipendenti, ai quali con grande tristezza li ha informati che Marchionne non sarebbe tornato in azienda.

Leggi anche:

Marchionne, “condizioni irreversibili”. Elkan: “Non tornerà”

ELKANN: L’UOMO E L’AMICO SE N’È ANDATO

“Con grande tristezza Exor ha appreso che Sergio Marchionne è mancato”. E’ quanto si legge in una nota della società.

John Elkann ha commentato: “E’ accaduto, purtroppo, quello che temevamo. Sergio, l’uomo e l’amico, se n’è andato. Penso che il miglior modo per onorare la sua memoria sia far tesoro dell’esempio che ci ha lasciato, coltivare quei valori di umanità, responsabilità e apertura mentale di cui è sempre stato il più convinto promotore”.

“Io e la mia famiglia- aggiunge- gli saremo per sempre riconoscenti per quello che ha fatto e siamo vicini a Manuela e ai figli Alessio e Tyler. Rinnovo l’invito a rispettare la privacy della famiglia di Sergio”.

SALVINI: AVREBBE POTUTO FARE ANCORA MOLTO

“Onore a un uomo che ha fatto tanto e avrebbe potuto fare ancora molto. Un pensiero ai familiari di Sergio Marchionne e un augurio a chi ha l’onore e l’onere di prendere il suo posto”. Cosi’ il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini.

CONTE: CORDOGLIO MIO E DI TUTTO IL GOVERNO

“Esprimo il cordoglio mio e di tutto il governo per la scomparsa di Sergio Marchionne. Le mie sentite condoglianze alla sua famiglia e a tutti i suoi cari”. Lo afferma in una nota il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

GENTILONI: GRAZIE PER ORGOGLIO ITALIANO PORTATO NEL MONDO

“Marchionne. Grazie per il lavoro, la fatica, i risultati. E per l’orgoglio italiano portato nel mondo”. Lo scrive su twitter Paolo Gentiloni.

RENZI: DISGUSTO PER CHI ANCORA OGGI LO HA INSULTATO

“Provo disgusto per chi ancora oggi ha insultato sui social un uomo che stava morendo. Un abbraccio affettuoso alla famiglia di Sergio Marchionne. La terra gli sia lieve”. Lo scrive su twitter Matteo Renzi.

MARTINA: PROTAGONISTA CORAGGIOSO DELL’ITALIA NEL MONDO

“Esprimo il cordoglio di tutto il Pd per la scomparsa di Sergio Marchionne. Con lui se ne va un protagonista coraggioso dell’Italia nel mondo”. Lo scrive su twitetr Maurizio Martina, segretario Pd.

GASPARRI: ORA TACCIANO GLI SCIACALLI

“Ha difeso imprese, tutelato lavoro, vinto sfide gigantesche, un protagonista da ricordare e rispettare #Marchionne #taccianoglisciacalli”. Lo scrive in un tweet il senatore Maurizio Gasparri (FI).

Ti potrebbe interessare anche:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»