Mercoledì tavola rotonda DireDonne: ‘Ripartiamo? Le ragioni dell’impresa’

In diretta Facebook alle 15.30 con Di Dio, Forelli e Zamagni
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print
ROMA – Dopo mesi di blocco aggravati dall’emergenza Coronavirus, torna lo spazio di approfondimento di DireDonne riservato alle intelligenze e competenze femminili. La trasmissione ideata e condotta nella precedente stagione dell’onorevole Sandra Zampa, ora Sottosegretaria alla Salute, apre al confronto tra donne e uomini con un nuovo appuntamento che sarà guidato in studio dalla giornalista dell’Agenzia Dire Silvia Mari. “Ripartiamo? Le ragioni dell’impresa e i bisogni dei più fragili”, questo il titolo della prossima puntata che avrà come ospiti Patrizia Di Dio, imprenditrice e presidente nazionale di Terziario Donna (Confcommercio), Loretta Forelli, presidente della Forelli Pietro Srl e del settore metallurgia dell’Associazione industriale Bresciana e Stefano Zamagni, economista e presidente della Pontificia Accademia per le scienze sociali. L’appuntamento è per mercoledì 27 maggio alle ore 15,30 in ottemperanza alle norme di sicurezza, sul canale Facebook dell’agenzia oltreché sul sito: www.dire.it/dire-donne. A seguire alcune note biografiche dei relatori che parteciperanno alla Tavola Rotonda:

PATRIZIA DI DIO

Al secondo mandato come presidente del gruppo nazionale Terziario Donna, l’organizzazione che rappresenta le imprenditrici associate al sistema Confcommercio (che sono circa il 50% dell’intera base associativa), operanti nei settori del commercio, del turismo, dei servizi e delle piccole e medie imprese, Patrizia Di Dio è un’imprenditrice siciliana. Amministratrice delegata e socia della C.i.d.a.srl/ La Vie En Rose, azienda che realizza e distribuisce collezioni di total look donna. È anche presidente Confcommercio Palermo, vice presidente nazionale di Federmoda Italia di cui è anche presidente per la provincia di Palermo, membro del Consiglio Nazionale, e invitata permanete di giunta nazionale con incarico su “Sostenibilità, ambiente, energia e utilities”presso Confcommercio-Imprese per l’Italia, presidente di turno di Rete Imprese Italia Imprenditoria Femminile, Console generale della Repubblica di Slovenia per la Sicilia. Associa al suo lavoro di imprenditrice e al suo ruolo in Confcommercio un impegno continuo e una ricerca anche personale per la promozione e il riconoscimento delle donne ad ogni livello e in ogni campo.

LORETTA FORELLI

Gestisce da 40 anni una fonderia. Loretta Forelli, presidente della Forelli Pietro in provincia di Brescia, si sente perfettamente a suo agio e in azienda, nata nel 1925, leader europeo nel settore della raffinazione dei metalli risponde direttamente al telefono senza intermediazione di segreterie. Una passione per il giornalismo, affascinata dalla personalità di Guglielmo Zucconi, affianca il padre da grande, per motivi di famiglia e agisce con sensibilità e intuito in un mondo totalmente maschile. “La gestione delle risorse umane è sempre stato uno dei miei punti di forza. Nelle nostre aziende sono presenti dieci etnie con le loro differenti religioni. Saper dialogare e interagire in questo contesto multiculturale è fondamentale”. L’azienda ha un fatturato di oltre 90 milioni che diventano 300 sommando quello delle altre tre imprese del Gruppo, ma Loretta non ha dimenticato l’impegno sociale che ha caratterizzato la sua attività di imprenditore-donna. “In questi anni ho avuto ruoli di responsabilità in Confindustria come presidente del settore metallurgia e nella Croce Rossa a livello provinciale- dice- Senza l’attenzione agli altri, siano essi imprenditori di successo, oppure bisognosi, la società non progredisce. Occorre non scoraggiarsi mai perché alla fine tutto torna, anzi viene restituito in misura maggiore”.

STEFANO ZAMAGNI

Studioso delle scienze umane, non solo economiche, Stefano Zamagni è professore di Economia alla Johns Hopkins University, all’Università di Bologna, all’Istituto universitario Sophia di Firenze, alla Scuola di Economia civile ed è docente di numerosi master in Italia e all’estero. Scrivere, insegnare, divulgare l’economia civile, è il suo impegno di professore e la sua vita durante la quale ha seguito ricerche fondamentali a fianco di premi Nobel quali Amartya Sen e John Hicks e ha collaborato con numerosi governi alla stesura di leggi che mettessero la persona al centro delle norme economiche. Già presidente dell’Agenzia per il Terzo Settore, dal 12 marzo 2019 è stato nominato da Papa Francesco, Presidente della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali.
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

25 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»