Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Xylella, passaporto verde già pronto per 400 aziende

FIRENZE - "I nostri ispettori fitosanitari hanno istruito le pratiche per circa 400 aziende della piana albenganese, assolvendo,
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

FIRENZE – “I nostri ispettori fitosanitari hanno istruito le pratiche per circa 400 aziende della piana albenganese, assolvendo, in poche settimane, a tutte le richieste pervenute agli uffici fino a oggi per il rilascio del passaporto verde-xylella free“. Lo dice l’assessore regionale all’Agricoltura, Stefano Mai, in merito all’obbligo della certificazione richiesta dall’Unione europea per le imprese agricole che producono piante aromatiche a seguito del provvedimento comunitario dello scorso 21 dicembre.

Xylella

“È stato un lavoro decisamente impegnativo- continua Mai- che, anche grazie all’implementazione del numero degli ispettori fitosanitari sul territorio, è stato assolto in tempi decisamente brevi consentendo alle nostre aziende agricole di non subire penalizzazioni sul piano della commercializzazione dei propri prodotti di eccellenza su scala europea e mondiale”. L’assessore spiega che “sebbene avessimo chiesto una proroga sull’obbligatorietà, non accolta dal ministero, e proposto l’introduzione di una procedura semplificata che ha incassato l’approvazione del comitato fitosanitario nazionale ma che è ancora impantanata in lungaggini burocratiche, come Regione Liguria abbiamo continuato a lavorare e i risultati ci hanno dato ragione”. Infine, dati alla mano, l’assessore ribadisce quanto già annunciato a fine gennaio: “Non c’è mai stato nessun allarme su tutto il territorio ligure, nessun caso riscontrato in alcuna zona della regione e, a oggi, possiamo confermare con tranquillità che la Liguria è xylella free”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»