Coronavirus, Burioni: “Possibile diffusione da pazienti senza sintomi”

"La misurazione della temperatura agli aeroporti potrebbe non essere sufficiente per bloccare la diffusione della malattia"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “La notizia che ritengo essere la piu’ brutta di tutte” sul coronavirus “arriva da un articolo pubblicato ieri su TheLancet. Ma proprio brutta. Sembra possibile l’esistenza di pazienti asintomatici, che stanno bene, non hanno febbre, ma possono diffondere il coronavirus”. Lo dice il virologo Roberto Burioni sul blog Medicalfatcts.

“Il che significa – aggiunge- che la misurazione della temperatura agli aeroporti potrebbe non essere sufficiente per bloccare la diffusione della malattia. La lotta contro quest’infezione sara’ piu’ difficile del previsto”.

Burioni si raccomanda che cessino gli allarmi e che la stampa “la smetta di generare il panico ogni volta che un cittadino di origine asiatica ha la febbre. È il periodo dell’influenza ed e’ normale che accada. Vi prego, giornalisti: aspettate la conferma delle notizie, prima di diffonderle. Il virus della disinformazione e della paura e’ molto pericoloso”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

25 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»