hamburger menu

Intervento in streaming al Policlinico di Palermo su un bimbo di 7 mesi

L'operazione è stata eseguita durante la prima giornata del 'Pediatric live surgery project'

24/01/2022
neonato

PALERMO – Sta bene il bimbo di 7 mesi che nei giorni scorsi è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico al Policlinico di Palermo per una patologia malformativa chiamata “ostruzione del giunto pielo-ureterale”. L’intervento è stato eseguito da Marcello Cimador, direttore della Chirurgia pediatrica del Policlinico ‘Paolo Giaccone’. Un’operazione divenuta anche un’opportunità di formazione sul campo, sia per gli esperti del settore che per i giovani chirurghi in formazione, perché eseguita in diretta streaming durante la prima giornata del ‘Pediatric live surgery project’. Un evento che ha visto in collegamento contemporaneamente cinque sale operatorie italiane diverse impegnate in parallelo ad eseguire lo stesso intervento con tecniche diverse. Insieme con Palermo coinvolte anche Bologna, Genova, Napoli e Siena per mostrare tutte le possibilità di approccio chirurgico che oggi un chirurgo urologo pediatrico ha a disposizione.

Gli interventi sono stati eseguiti nelle varie sedi con diverse modalità: in robotica, in laparoscopia, in chirurgia video-assistita e in chirurgia ‘open’.
“La sala operatoria di Chirurgia pediatrica del Policlinico di Palermo – spiega Cimador – è stata coinvolta per mostrare la tecnica open con approccio posteriore. Viene eseguito un particolare accesso sul dorso del bambino che consente di agire sulla loggia renale con una piccola incisione paragonabile ad un accesso laparoscopico. L’Unità operativa di Chirurgia pediatrica del Policlinico di Palermo è quella che ha la maggiore esperienza in campo nazionale su questo tipo di approccio chirurgico e per questa ragione è stata invitata a mostrare i vantaggi di tale tecnica. Un riconoscimento che attesta il ruolo del Policlinico di Palermo nel voler essere sempre al passo con le chirurgie pediatriche nazionali, affiancandosi ad altre sedi tradizionalmente riconosciute per l’eccellenza pediatrica”.

La sede di Palermo è inserita organicamente nel comitato scientifico del ‘Pediatric live surgery project’ e avrà un ruolo anche nelle giornate successive del Pediatric Live Surgery che si svolgeranno nei prossimi mesi.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-01-24T12:00:37+02:00