Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Torino piange le vittime della gru crollata, oggi i funerali dell’operaio Falotico

funerale_operaio_torino_gru
Sabato scorso una gru crollata in via Genova ha causato la morte di tre operai
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

di Lucio Valentini

TORINO – Sono iniziati alle 11, come previsto, nel proscenio solenne del Duomo di Torino, i funerali del ventenne Filippo Falotico, una delle tre vittime dell’incidente sul lavoro che visto la morte di altri due operai edili sabato scorso in via Genova. Prima della cerimonia funebre, fuori dalla chiesa una folla gremita attende l’arrivo della salma del giovane. Una folla che, con l’inizio della funzione officiata dall’arcivescovo Cesare Nosiglia, si riversa dentro la cattedrale di fatto stipandola in ogni ordine di posto, e costringendo molti a stazionare nelle navate laterali.

LEGGI ANCHE: Tragedia a Torino, gru crolla su un palazzo: morti tre operai

Alla funzione erano presenti le maggiori autorità cittadine: in prima fila siedono il sindaco Stefano Lo Russo, accompagnato da diversi assessori tra cui Mimmo Carretta e Francesco Tresso, e il prefetto Raffaele Ruberto. In rappresentanza della Regione presenti il vicepresidente Fabio Carosso e l’assessore Andrea Tronzano.

Presenti ovviamente moltissimi giovani, coetanei di Filippo, diversi con le lacrime agli occhi. I parenti sono disperati, qualcuno pronuncia “Filippo non c’è più”. Alcuni sono spazientiti dalla presenza dei giornalisti, chiedono di non fare foto, ma foto e video vengono fatti comunque. Intanto fuori dalla chiesa, una fila ordinata di persone lascia fiori e una firma su un banchetto allestito proprio accanto all’ingresso del Duomo. Accanto, in mezzo ai fiori, una targhetta firmata dagli amici di Filippo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»