Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tragedia a Torino, gru crolla su un palazzo: morti tre operai

GRU_torino
Altre tre persone sono rimaste ferite, ignote le cause dell'incidente
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Ennesima morte sul luogo di lavoro. Questa mattina a Torino una gru è caduta in via Genova su un palazzo di 7 piani, causando la morte di due operai. Un terzo trasportato in ospedale è deceduto successivamente. Altre tre persone sono rimaste ferite. Sono tutt’ora in corso le operazioni di soccorso dei Vigili del Fuoco che sul loro profilo twitter hanno diffuso alcune immagini del crollo. Ignote ancora le cause. La tragedia arriva il giorno dopo la morte di un altro operaio, questa volta del porto di Trieste, è rimasto ucciso dal crollo di un braccio meccanico.

LEGGI ANCHE: Tragedia al porto di Trieste: operaio ucciso dal crollo di un braccio meccanico

LO RUSSO: “GRAVE FERITA PER TORINO”

“Un grande dolore e sconcerto per questo nuovo drammatico incidente sul lavoro. Esprimo il cordoglio alle famiglie. La Città è profondamente scossa per quanto accaduto”. Lo ha detto il Sindaco di Torino, Stefano Lo Russo, appena arrivato sul luogo del crollo della gru in via Genova 107. Sul posto anche gli Assessori Gianna Pentenero e Francesco Tresso. “I luoghi di lavoro – continua – dovrebbero essere posti da cui tornare e dove essere sicuri. La morte di questi tre lavoratori è una grave ferita per la città. Le dinamiche saranno chiarite dalle Autorità competenti. L’amministrazione comunale è mobilitata con il pronto intervento, la protezione civile e la Polizia municipale per le operazioni necessarie. Come Sindaco e a nome di tutta l’Amministrazione comunale – conclude – seguiamo costantemente la situazione e lunedì riferiremo in Consiglio comunale sull’accaduto”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»