Coronavirus, Zingaretti: “Lotta senza quartiere, serve una stretta subito”

Il segretario del Pd sprona il governo: "Il resto si deve inchinare di fronte all'esigenza di salvare vite umane"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Il segretario del Pd Nicola Zingaretti apre la direzione del Pd alla vigilia di “importanti scelte politiche, di nuovo dentro a una profonda crisi” dovuta al coronavirus. “ancora una volta e’ cambiato tutto e di nuovo cambiera’. Serve una lotta senza quartiere al virus. La ripresa dei contagi rischia di compromettere la ripresa”.

Occorre una stretta subito. Occorre dare un segnale all’Italia in queste ore. Dare segnali piu’ univoci, corali, con meno dispersione. Occorre- continua Zingaretti- dare segnali eccezionali per dire che in questo momento difficile ci siamo, al fianco di chi e’ solo, di chi fa impresa, delle forze produttive”.

“Il resto in questo momento – aggiunge – si deve considerare secondario. Il resto si deve inchinare di fronte all’esigenza di salvare vite umane“.

Come avevamo previsto il virus non e’ mai stato sconfitto. Gli ultimi dati- prosegue Zingaretti- destano molta preoccupazione. Una situazione di allarme rosso che riguarda molti paesi d’Europa, piu’ in dificolta’ di noi. Ora e’ chiaro a tutti che il nemico e’ il virus. Non sono le regole”.

“Attenzione- avverte – il livello di stress della popolazione non solo economico ma anche psicologico e’ altissimo. Viviamo in un tempo di insopportabile incertezza sul futuro. Era forse fisiologico una fase di rilassamento, ma in tanti casi questo si e’ trasformato in irresponsabilita’”.

Nicola Zingaretti rivolge “un appello a tutti perche’ anche i provvedimenti piu’ difficili che dovessero venire vengano rispettati in uno spirito di comunita’ per costruire tutti insieme un messaggio di allarme che non si deve trasformare in panico o in una descrizione terroristica delle condizioni in cui viviamo”.

Il segretario del Pd Nicola Zingaretti alla direzione del Pd aggiunge: “Non distraiamoci perche’ non sara’ facile e occorrera’ su questo tutto il nostro impegno”. Zingaretti parla di una situazione “da allarme rosso, in Italia e ancor piu’ in altri paesi europei”.

Per quanto riguarda il governo “con questa nave in tempesta non e’ il momento di navigare a vista. In questi mesi l’azione dell’esecutivo e’ stata efficace. Adesso c’e’ bisogno di un cambio di passo. Si lavora da alleati e non da nemici. Le sfide che ci attendono richiedono visione comune del Paese e la solidita’ della maggioranza di costruirla”.

“Il governo- aggiugne- presenti al piu’ presto al tavolo del programma di legislatura un progetto da concordare con le regioni per la nuova sanita’ italiana. Puntiamo ad avere la migliore sanita’ del mondo.”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

23 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»