Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Eurovision, trionfano i Maneskin: l’Italia batte tutti dopo 31 anni

maneskin
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – I Maneskin hanno vinto l’edizione 2021 dell’Eurovision con ‘Zitti e buoni’, che già era valsa loro la vittoria al Festival di Sanremo. Sono i terzi italiani ad arrivare primi nella competizione. Prima di loro, Gigliola Cinquetti nel 1964 e Toto Cutugno nel 1990.

Sui social esplode la gioia tricolore in un tripudio di complimenti alla band romana, politici compresi. Da Giuseppe Conte a Matteo Renzi, ma anche Enrico Letta e Dario Franceschini.

L’EUROVISION

L’Eurovision Song Contest è una competizione musicale europea nata nel 1956, da sempre seguitissima in tutto il mondo. Il modello a cui è ispirato è quello del Festival di Sanremo, nato qualche anno prima. Il Paese vincitore ha il diritto di organizzare la manifestazione l’anno cucissimo. Quindi, nel 2022, dovrebbe toccare all’Italia.

GLI ALTRI ITALIANI VINCITORI

Nell’albo d’oro dell’Eurovisione, oltre ai freschi vincitori Maneskin, figurano anche Gigliola Cinquetti e Toto Cutugno. Lei vinse nel 1964 con ‘Non ho l’età’, lui nel 1990 con ‘Insieme 1992’.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»