Zingaretti contro ‘Porta a Porta’ e la Rai: “A Salvini consentito spot elettorale durante ‘Juve-Roma’, mai così in basso”

Rossi: "Presenteremo un esposto urgente all’Agcom"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Nicola Zingaretti va all’attacco contro Bruno Vespa e la Rai per uno spot di ‘Porta a porta‘ andato in onda ieri sera durante l’incontro calcistico, molto seguito,  Juve-Roma: protagonista Matteo Salvini, ospite del programma in onda in seconda serata su Rai 1. “A Salvini consentito dalla Rai un solitario comizio durante l’intervallo della partita Juventus-Roma in piena campagna elettorale per l’Emilia Romagna. Mai così in basso, altro che liberta’ e autonomia e lo chiamano servizio pubblico”, scrive su Facebook il segretario Pd Nicola Zingaretti.

ROSSI: “GRAVISSIMO SPOT SALVINI DURANTE INTERVALLO PARTITA”

“Lo spot di Salvini, un lungo sonoro in cui spiega perché votare per la Lega in Emilia Romagna ed in Calabria, andato in onda durante l’intervallo di Coppa Italia come ‘anteprima di Porta a Porta’ è un fatto gravissimo e senza precedenti”, ha dichiarato ieri sera Andrea Rossi, responsabile del comitato elettorale Stefano Bonaccini. “Presenteremo un esposto urgente all’Agcom- annuncia Rossi-. Il comportamento della Rai è gravissimo, inaccettabile, inqualificabile. L’Emilia-Romagna non merita questo trattamento, né di essere raccontata in questo modo”.

M5S: “INTERROGAZIONE IN VIGILANZA PER SUPERSPOT A SALVINI”

“Ieri nell’intervallo della seguitissima partita di Coppa Italia Juventus – Roma la Rai ha mandato in onda l’anticipazione dell’intervista di Salvini a pochi giorni dalle elezioni regionali in Emilia. Abbiamo depositato un’interrogazione in Vigilanza Rai per la palese violazione dei principi della legge sulla par condicio, considerato il voto imminente. Il tempo di parola lasciato al leader della Lega è stato più rilevante, nonché di maggiore impatto, rispetto al tempo concesso ai rappresentanti degli altri partiti e ciò è intollerabile per garantire pluralismo e equilibrio delle voci al cittadino. Vogliamo immediatamente spiegazioni dai vertici Rai circa l’utilizzo improprio di questo spazio televisivo che è stato usato a fini propagandistici per fare pubblicità a Salvini e la Lega. Chiediamo immediata sanzione all’Agcom nonché il ripristino del riequilibrio dello spazio televisivo dedicato”. Così in una nota Maria Laura Paxia, Alberto Airola, Sabrina Ricciardi, Maria Laura Mantovani, parlamentari del MoVimento 5 Stelle firmatari dell’interrogazione.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

23 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»