Roma, anche i Movimenti per la casa al Brancaccio: “Pd vergogna, esclude i poveri”

ROMA -  Mentre al teatro Brancaccio e' in corso 'Per Roma - le esperienze di governo del centrosinistra
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA –  Mentre al teatro Brancaccio e’ in corso ‘Per Roma – le esperienze di governo del centrosinistra per il rilancio della Capitale,  con Matteo Orfini e i presidenti dei Municipi, I Movimenti per la casa protestano e contestano il Pd. Intanto Matteo Orfini ha deciso di incontrare una delegazione dei manifestanti che sono stati fatti entrare dentro al Teatro.

“Il Pd ‘Tronca Roma’ , scrive la ‘Carovana delle periferie’. Sotto una gigantografie che ritrae l’ormai famosa cena Ozzimo-Poletti Alemanno-Marroni-Panzironi-Casamonica, sventolano bandiere e striscioni dei vari comitati. Sui cartelloni si legge ‘Diritto all’abitare per tutti e tutte’; ‘Stop sfratti’; ‘Stop sgomberi’; ‘No articolo 5’. I manifestanti urlano: “Vergogna. Pd partito Mafia Capitale. Avevano detto che sarebbe stata una assemblea pubblica e che ci avrebbero fatti entrare. Invece c’e’uno schieramento di forze dell’ ordine inutile che ci ha impedito la partecipazione. Questo  testimonia l’esclusione sociale, il partito non vuole dialogare con poveri e precari e non li rappresenta”. Slogan si protesta si levano contro gli ultimi sindaci del centro sinistra: “Rutelli, Veltroni, Marino”.

I movimenti per la casa hanno bloccato il traffico di via Mecenate. L’accesso alla strada è stato bloccato da una tenda che i manifestanti hanno piazzato sulle strisce pedonali. ‘Casa subito’, urlano, ‘Il Pd pensa solo ai ricchi, i poveri dimenticati’. Un cordone di poliziotti blocca l’accesso al Teatro dove i manifestanti volevano entrare per partecipare alla Assemblea Pd. Le Forze dell’ordine cercano di evitare disordini.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»