VIDEO | Clima, Sardine e Fridays for Future: nasce l’alleanza degli juniores

"Il fatto che entrambe le mobilitazioni siano promosse da noi ragazze e ragazzi è ancora più importante"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un’inedita alleanza tra ‘sardine’ e Fridays for future. A proporla il gruppo dei giovanissimi ambientalisti romani che hanno presentato oggi davanti alla Camera il prossimo global strike, previsto per il 29 novembre.

“Non c’è tempo da perdere! Senza azioni immediate da parte dei politici l’emergenza climatica non potrà che aggravarsi. Saremo noi giovani a pagarne le conseguenze. Scendiamo in piazza per la quarta volta nel giorno del Black Friday”, dicono i militanti che hanno inviato una lettera alle “amiche Sardine. Gli obietivi per cui lottiamo entrambi sono complementari e, anzi, spesso coincidono. Non c’è “noi” o “voi” che tengano. Il fatto che entrambe le mobilitazioni siano promosse da noi ragazze e ragazzi è ancora più importante, perché così vogliamo rivendicare il nostro protagonismo in questo momento di stallo dei “grandi””.

Per i ragazzi di Friday For Future vale il motto “l’unione fa la forza””. Di qui l’invito a portare le sardine al Global Climate Strike del 29 novembre.

“In pieno spirito da Sardina, non abbiamo bisogno di spazio, vogliamo stare stretti l’uno all’altro; riscaldarci, in questo disastroso autunno, col calore delle nostre idee e del nostro entusiasmo”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»