Maltempo, Galletti: “Iniziate in Campania le attività per dichiarare lo stato d’emergenza”

Infine, "mi associo alle preoccupazioni" e "nelle prossime ore mi recherò a Benevento nelle zone colpite" dalle alluvioni seguite alle piogge di questi giorni "per rendermi conto di persona dei danni"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
G. Galletti
G. Galletti

ROMA – “Sono già iniziate le attività propedutiche per la dichiarazione dello stato di emergenza” nel beneventano e nelle aree della Campania colpite dal maltempo. Lo dice Gian Luca Galletti, ministro dell’Ambiente, rispondendo al Question time alla Camera. Però, precisa Galletti, la dichiarazione dello Stato di emergenza “è un atto che si fa a valle della ricognizione dei danni sul territorio”.

Certo, riconosce amaramente il ministro, “ho un’esperienza che non avrei mai voluto avere” ma in base alla quale “tutto fa pensare che come in altri casi, purtroppo, sarà dichiarato emergenza” anche per Benevento e la parte di Campania colpita, ma questo, aggiunge “non posso dirlo io” e sarà una decisione del Consiglio dei ministri.

Infine, “mi associo alle preoccupazioni” e “nelle prossime ore mi recherò a Benevento nelle zone colpite” dalle alluvioni seguite alle piogge di questi giorni “per rendermi conto di persona dei danni”. Le disastrose conseguenze delle piogge su un territorio abusato e fragile si vedono “oggi a Benevento, poco tempo fa era la Sardegna, alcuni giorni prima altre zone”, rileva amaramente Galletti, segnalando che ormai “dobbiamo fare i conti con gli effetti dei mutamenti climatici che rendono la situazione ancora piu difficile”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»