Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Giuliani, frase choc consigliere Pd Ancona: “Prendere mira e sparare”. Il Pd (alla fine) interviene

"Non mi mancherai Carlo Giuliani"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Se in quella camionetta ci fosse stato mio figlio, gli avrei detto di prendere bene la mira e sparare“. Nell’anniversario della morte di Carlo Giuliani, un consigliere Pd di Ancona, Diego Urbisaglia, pubblica su facebook un post choc. Oggi la bufera: il post è stato notato ed è rimbalzato sui quotidiani e agenzie nazionali, con un susseguirsi- per tutta la mattinata- di reazioni e parole di condanna. Addirittura c’è chi ha chiesto la sua sospensione dal partito. Nel pomeriggio, alla fine, interpellato, il Partito democratico fa sapere informalmente che Urbisaglia sarà deferito in commissione di garanzia regionale del Pd – organo che ha il compito di vigilare sul rispetto di Statuto e Codice etico- per valutare eventuali sanzioni nei suoi confronti.

Nel post di ieri che ha scatenato una bufera – post di cui nel frattempo il consigliere di Ancona si è scusato-, Urbisaglia ricordava che nel 2001, all’epoca del G8 di Genova, portava “le pizze tutta l’estate per aiutare i miei a pagarmi l’università e per una vacanza che avrei fatto a settembre. Guardavo quelle immagini e dentro di me tra Carlo Giuliani con un estintore in mano e un mio coetaneo in servizio di leva parteggiavo per quest’ultimo. Oggi nel 2017 che sono padre, se ci fosse mio figlio dentro quella campagnola gli griderei di sparare e di prendere bene la mira. Sì sono cattivo e senza cuore, ma lì c’era in ballo o la vita di uno o la vita dell’altro. Estintore contro pistola. Non mi mancherai Carlo Giuliani“.

 

GUERINI: PAROLE INACCETTABILI E DA SANZIONARE

“Quanto detto dal consigliere Urbisaglia è del tutto inaccettabile e assolutamente ingiustificabile. Per questo ho chiesto alla Commissione di garanzia competente di assumere senza indugi nei suoi confronti i provvedimenti sanzionatori previsti dal nostro Statuto“. Così Lorenzo Guerini, coordinatore della segreteria del Pd.

LEGGI ANCHE:

Giuliani, Urbisaglia (Pd): “Chiedo scusa, era fotografia del momento.. avevo la loro età”

A Genova applausi e cori dopo 16 anni, ‘Carlo vive’. Il padre: Perchè Carabinieri mai perseguiti?

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»