Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Attacco a Parigi, le reazioni dei candidati alle presidenziali

Qualcuno parla alla radio, qualcuno affida il suo messaggio a Twitter. Alle elezioni in Francia mancano tre giorni.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – I candidati alle presidenziali in Francia esprimono la loro solidarieta’ nei confronti della polizia, vittima dell’attentato terroristico di questa sera sugli Champs Elysees a Parigi. “La prima funzione di un presidente e’ proteggere. Questa minaccia farà parte della vita quotidiana dei prossimi anni. Voglio testimoniare la mia solidarietà a tutte le forze dell’ordine ed esprimere la mia vicinanza alla famiglia dell’agente ucciso”, dice Emmanuel Macron, intervistato su France 2 mentre arrivavano le prime notizie dell’attentato.

Affidano a twitter la propria reazione Benoit Hamon e Marine Le Pen. Il candidato socialista rivolge il suo pensiero alle forze dell’ordine nei cui confronti manifesta “sostegno totale”. La leader del Front National esprime “emozione e solidarietà verso gli agenti. François Fillon rende omaggio ai poliziotti che “donano la propria vita per proteggere le nostre”. Anche il candidato della sinistra Jean Luc Melenchon promette: “Gli atti dei terroristi non rimarranno mai impuniti”.

di Alfonso Raimo, giornalista professionista

LEGGI ANCHE:

Sparatoria con kalashnikov sugli Champs Elysees, morto agente e attentatore

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»