Associazioni Lgbt a Renzi: “5 marzo in piazza, dovete ricucire con M5s”

"Abbiamo detto a Renzi che noi il 5 marzo andremo in piazza e speriamo in quell'occasione di festeggiare. Ma senza le stepchild, nessuno festeggera'"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

gay

ROMA – Una delegazione delle associazioni Lgbt ha incontrato il presidente del Consiglio Matteo Renzi per chiedere rassicurazioni sull’iter del ddl unioni civili. “Renzi ci ha assicurato che nei prossimi tre giorni si capira’ come si va avanti”, spiega Marilena Grassadonia, presidente delle Famiglie Arcobaleno al termine dell’incontro.

Per Renzi “la prima strada e’ quella di coinvolgere le forze politiche a favore del ddl Cirinna’ e noi gli abbiamo raccomandato di tenere insieme Pd, M5s e Sel che sono le forze favorevoli alle adozioni. Perche’ sappiamo benissimo come finirebbe se si facesse un accordo con Alfano”. Grassadonia aggiunge: “Abbiamo detto chiarissimamente a Renzi che noi il 5 marzo andremo in piazza e speriamo in quell’occasione di festeggiare. Ma se non ci saranno le stepchild, nessuno festeggera’“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»