Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Migranti, rapporto Nrc: 55 milioni di sfollati interni, mai così tanti

Rispetto all'età delle persone che vivono come sfollati interni, emerge che 23 milioni sono minori e più di 30 milioni hanno meno di 24 anni
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Nel mondo sono 55 milioni le persone che hanno dovuto lasciare le loro case a causa di conflitti o disastri naturali e che vivono come sfollati all’interno dei confini del loro Paese di provenienza. Quasi la metà di queste, 23 milioni, sono minorenni. Si tratta dei dati peggiori mai registrati. E’ quanto emerge dal rapporto annuale dell’Internal Displacement Monitoring Centre (Idmc), pubblicato oggi.
Il centro, che è parte del Norwegian Refugee Council (Nrc), si occupa di monitorare le evoluzioni della situazione relativa agli sfollati interni ed è ritenuta la maggior fonte di dati sul tema.

A oggi, stando ai dati contenuti nel documento, aggiornati al 31 dicembre 2020, 48 milioni di persone vivono nella condizione di sfollati interni per colpa di conflitti in 59 Paesi o territori. I primi due Paesi del mondo in riferimento a questo indicatore sono la Repubblica democratica del Congo, con oltre cinque milioni di persone, e la Colombia, con poco meno di questa stessa cifra.

Sono invece sette milioni coloro che vivono come sfollati interni a causa dei disastri naturali. Gli autori del report specificano che è solo il secondo anno che si considera questo dato specifico e che il valore contenuto nel rapporto è da considerarsi “sottostimato” rispetto alla situazione reale.

Che la tendenza relativa agli sfollamenti ‘climatici’ sia in deciso aumento è testimoniato anche dalla suddivisione delle 40 milioni di persone che hanno abbandonato le loro case nel 2020. Un valore questo, che comprennde anche persone che hanno abbandonato il luogo dove vivono più volte e che quindi non coincide con i 55 milioni relativi al 2020. Di questi ben 30 milioni lo hanno dovuto fare a causa di disastri naturali. In quasi la metà dei casi inondazioni.

Rispetto all’età delle persone che vivono come sfollati interni, emerge che 23 milioni sono minori e più di 30 milioni hanno meno di 24 anni.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»