Acea, Raggi: “Nuovo management e investimenti sulle imprese”

"Vedremo come agire per tutelare la volontà dei cittadini", dice Raggi. La volontà di non fare profitto sull'acqua, espressa col referendum del 2011
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

113229107_0ROMA – “Acea è una società quotata in borsa nella quale il Comune di Roma detiene il 51% di azioni, ha ancora una quota di maggioranza, ma chiamarla società pubblico- privata fa un po’ ridere“. Lo dice Virginia Raggi, candidata del M5S alla poltrona di sindaco di Roma, a Maria Latella, su SkYTg24. E spiega: “Lì anche l’azionista di maggioranza, cioè noi, facciamo l’interesse dei privati, noi lucriamo con l’acqua, con i profitti dell’acqua. Solo quest’anno- sottolinea Raggi-Acea dovrebbe chiudere con un utile di esercizio di 50 milioni, sicuramente questo tipo di gestione è in perfetto contrasto con il referendum del 2011 perché con l’acqua non si devono fare profitti”. Quindi? “Dobbiamo valutare, di sicuro cambieremo il management e inizieremo a fare investimenti sulle reti. Vedremo come agire per tutelare la volontà dei cittadini”, conclude Raggi.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»