Palco sul Palatino, Franceschini: “Solo polemiche”

"Parliamo di qualcosa che sta qualche mese e poi viene smontata. Non andasse bene, non si farà più i prossimi anni"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “E’ naturale che ci siano opinioni differenziate, e penso che la Soprintendenza abbia risposto in modo molto preciso. Figuriamoci se non e’ stata esaminata ogni parte di quella richiesta sul fatto che non ci siano rischi per la tutela. La struttura non e’ permanente, sta lì qualche mese e poi verrà smontata, porterà molte entrate per la Soprintendenza”. Lo dice il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, a proposito delle polemiche sul palco montato al Palatino per lo spettacolo ‘Divo Nerone’.

“NON ANDASSE BENE, NON SI FARA’ PIU'”

A margine della presentazione di Art city a Palazzo Venezia, a chi gli chiede se il palco gli piace, il ministro risponde così: “A dire la verità non l’ho visto, l’ho visto solo nelle fotografie. Però ripeto- aggiunge- quella può essere un’osservazione, ma parliamo di qualcosa che sta qualche mese e poi viene smontata. Non andasse bene, non si farà più i prossimi anni, pero’ mi pare si stiano montando delle polemiche. Del resto, mi pare che si facciano festival a Caracalla, si sono fatti concerti di tutti i tipi al Circo Massimo e davanti al Colosseo. Quindi per carità, pero’ non mi sembra una novità”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»