Coronavirus. Dall’Italia all’Africa, l’appello per la prevenzione

A VPN is an essential component of IT security, whether you’re just starting a business or are already up and running. Most business interactions and transactions happen online and VPN
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – In Africa, come e ancora piu’ che in Europa, bisogna puntare sulla prevenzione: lo ha sottolineato Jean Paulin Mbissoko, presidente dell’Associazione dei medici camerunensi in Italia, nel corso di un webinar dedicato alle sinergie internazionali per il contenimento della pandemia di Covid-19. Direttore sanitario, in servizio a Parma, il dottore ha evidenziato la necessita’ di tenere in considerazione la diversita’ dei contesti.

“Come Associazione siamo in contatto con i nostri colleghi in Camerun e ci rendiamo conto che in quel Paese e in tante altre realta’ africane non si puo’ parlare di isolamento” ha detto Mbissoko. “Qui lo si puo’ fare perche’ c’e’ acqua potabile e corrente, ma li’ non e’ cosi'”. Le soluzioni allora sarebbero anzitutto “la prevenzione e l’educazione sanitaria“. Mbissoko, rappresentante di un’associazione che ha come membri circa 50 dei 150 medici di origine camerunense in Italia, sorride: “Prevenire e’ meglio che curare, piu’ che mai”.

IL WEBINAR

Il webinar era intitolato ‘Proposte e sinergie per lottare contro la pandemia in Africa‘. In apertura del seminario e’ stato ricordato come a oggi il continente sia la regione al mondo meno colpita dal Covid-19, con circa 11.000 casi confermati. Secondo Ada Ugo Abara, una delle moderatrici del webinar, “dall’Africa si sta guardando molto all’operato dei medici afro-italiani” per capire come affrontare al meglio l’emergenza.

A intervenire anche Vicky Tshimanga, pneumologo, responsabile delle terapie intensive respiratorie all’Ospedale Morelli, in provincia di Sondrio, in Lombardia.
Il dottore ha raccontato dello “shock” di vedere il nosocomio trasformato completamente, con nuovi piani e reparti convertiti per far fronte a una sola patologia, la polmonite interstiziale. “Una lezione o un consiglio per l’Africa?” ha chiesto Thsimanga: “Puntare sull’educazione e l’informazione, bloccando le fake news, come quelle che volevano i ‘neri’ immuni dal virus”. A organizzare il webinar, immaginato come il primo di una serie, l’Italia Africa Business Week.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

19 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»