Al San Camillo di Roma eseguito un doppio trapianto fegato

ROMA - Doppio trapianto di fegato all'ospedale San
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

san camilloROMA – Doppio trapianto di fegato all’ospedale San Camillo di Roma. Nella notte tra giovedi’ e venerdi’ due equipe del nosocomio romano hanno lavorato sia a Perugia sia ad Atene per prelevare due fegati interi. Due successivi trapianti di fegato sono stati effettuati su pazienti in lista d’attesa affetti da cirrosi complicata da tumore. I due complessi trapianti sono stati eseguiti contemporaneamente nel Polo Ospedaliero Interaziendale Trapianti coordinati da professore Giuseppe Maria Ettorre del San Camillo-Forlanini e dal professore Mario Antonini dell’Inmi Lazzaro Spallanzani e hanno visti coinvolti 20 infermieri e 16 chirurghi oltre al personale del Coordinamento Trapianti del professore Maurizio Valeri e del Cnt operativo, diretto dal professore Nanni Costa.

“Questa importante performance- ha detto il direttore generale del San Camillo, Antonio D’Urso- e’ la dimostrazione di una buona sanita’ regionale che per prestazioni di eccellenza come la trapiantologia si coordina sia a livello nazionale, sia a livello internazionale con innegabili risultati”.

ZINGARETTI: DOPPIO TRAPIANTO FEGATO, LAZIO ECCELLENZA – “Doppio trapianto di fegato al San Camillo. Professionalita’ ed eccellenza. Anche la sanita’ del Lazio cambia. Grazie a equipe di chirurghi e infermieri”. Lo scrive in un tweet il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»