NEWS:

Torna la Fiera di Acqualagna, in scena ‘sua maestà’ il tartufo

Dal 28 ottobre la 58° edizione nelle Marche. Presentazione a Roma con il sindaco Lisi: "Da noi 2/3 della produzione nazionale"

Pubblicato:18-10-2023 18:37
Ultimo aggiornamento:18-10-2023 18:37
Autore:

FacebookLinkedIn

ROMA – Con la 58° Fiera Nazionale del Tartufo Bianco, Acqualagna, nelle Marche, torna a celebrare “sua Maestà il Tartufo”. Sabato 28 ottobre la cerimonia di inaugurazione nella cittadina in Provincia di Pesaro e Urbino, con prosieguo domenica 29 ottobre. Le tappe successive saranno l’1 novembre e nei week end del 4-5 e 11-12 novembre. Tra i più importanti appuntamenti del settore a livello internazionale, la Fiera Nazionale del Tartufo Bianco può vantare un’offerta ampia e innovativa: all’eccellenza del tartufo (sia dal punto di vista commerciale che gastronomico) si uniscono le altre ‘preziosità’ italiane attraverso un calendario ricco di eventi, performance gastronomiche e culturali, ospiti del mondo dello spettacolo insieme a ‘maestri’ che hanno fatto grande la cucina italiana. La Fiera sarà l’occasione per assaggiare i piatti enogastronomici a base di tartufo e acquistare prodotti tipici della zona.

I NUMERI DEL PREZIOSO ‘FUNGO’

Una kermesse dal sapore unico, quello del celebre Tuber Magnatum Pico, e dai grandi numeri per un territorio che ha saputo distinguersi nel mondo come distretto economico del prezioso ‘fungo’. Si contano duecentocinquanta tartufaie coltivate (di tartufo nero e una decina di tartufaie sperimentali controllate di bianco pregiato), dodici punti vendita specifici di tartufo e dieci aziende che lo trasformano e lo commercializzano in tutto il mondo. Acqualagna è un vero giacimento tartufigeno: detiene il primato italiano nella vendita del tartufo, patrimonio fondamentale dell’economia e della cultura gastronomica dell’area.

LA TERRA DEI 4 TARTUFI, IL SINDACO LISI: UN’ECCELLENZA

Qui si concentrano i due/terzi della produzione nazionale, destinati nei luoghi diversi del mondo. Crescono nel territorio ben quattro varietà, una per ogni stagione: il Tartufo Bianco (Tuber Magnatum Pico dall’ultima domenica di settembre al 31 dicembre), il Tartufo Nero Pregiato (Tuber Melanosporum Vitt dal 1° dicembre al 15 marzo), il Tartufo Bianchetto (Tuber Borchii Vitt dal 15 gennaio al 15 aprile), il Tartufo Nero Estivo (Tuber Aestivum Vitt dal 1° giugno al 31 agosto e dal 1°ottobre al 31 dicembre). Il sindaco di Acqualagna, Luca Lisi, durante la presentazione della Kermesse a Roma, spiega: “Abbiamo una Fiera di eccellenza, cresciuta negli anni e che ha portato Acqualagna a un livello internazionale, con un prodotto unico. Acqualagna vive anche di questo, con un commercio vivo e fiorente che prende circa i 2/3 della produzione nazionale. Quest’anno ci saranno sorprese e grandi ospiti“.

LA KERMESSE TRA COOKING SHOW E DEGUSTAZIONI

La 58° Fiera Nazionale del Tartufo Bianco di Acqualagna metterà in scena più di cinquanta eventi tra cooking show, presentazioni, incontri, talk show, premi, spettacoli, concerti, laboratori per famiglie e bambini, ricerca del tartufo e visite guidate. Una ‘mappa del gusto’ con il cuore in piazza Enrico Mattei, centro del mercato del tartufo fresco e punto di partenza di un itinerario gustosissimo. Il ‘Ristotartufo’ dove gustare in cucina alcuni dei grandi classici della tradizione locale e ricette gourmet a base di tartufo bianco, il ‘Mercato del Gusto’ aperto alle tipicità locali e nazionali di eccellenze agroalimentari e di artigianato. Inoltre, un grande spazio curato da ‘Programma di Sviluppo Rurale’ Marche con le Masterclass “I Magnifici 16” – Degustazione guidata di vini a cura dell’Istituto Marchigiano di Tutela Vini.

LA PRESENTAZONE A ROMA CON PARATA DI VIP

Lunedi’ 16 ottobre la tradizionale Fiera del tartufo di Acqualagna è stata presentata a Roma al ristorante Prati in piazza Mazzini. Oltre la stampa specializzata e giornalisti tv, una parata di vip del mondo della televisione e dello spettacolo per assistere alla serata sul tartufo, guidata da Paolo Notari, conduttore di rubriche Rai. Tra gli intervenuti, Tiberio Timperi e Gianacarlo Magalli, in qualità di cittadino onorario di Acqualagna. Sala gremita e serata partecipatissima alla presenza di Angelo Mellone e Anna Nicoletti, dirigenti Rai, Francesco Vaia responsabile prevenzione Ministero della Salute, Francesco Gesualdi, direttore Fondazione Marche Cultura, Simona Sala direttore di Radio 2, Nicola Prudente alias Tinto conduttore di Decanter, Federica Gentile di Rtl, Bruno Gambacorta curatore del tg2 Eat Parade, Studio Aperto Italia Uno, il divulgatore scientifico Valerio Rossi Albertini, il team della Federcuochi, l’Apci capitanata da Antonio Bedini.

CARLONI (COMMISSIONE AGRICOLTURA CAMERA): FILIERA VIRTUOSA

Alla presentazione a Roma, è intervenuto il presidente della Commissione Agricoltura alla Camera dei Deputati, Mirco Carloni, parlamentare leghista originario di Fano: “Acqualagna è un biglietto da visita per le Marche: un luogo che non dimentica le proprie origini, ma le esalta con sapienza. Il tartufo è un fatto agricolo, un bene ad alto valore aggiunto che genera una filiera virtuosa. Una parte importante del nostro sistema agricolo a cui abbiamo dedicato iniziative legislative come l’iva agricola agevolata al 5% e la programmazione Sviluppo Rurale, al fine di favorire la coltivazione”.

L’IMPRENDITRICE: GRAZIE AL TARTUFO SI RIPOPOLA IL TERRITORIO

Emanuela Bartolucci, titolare presso Acqualagna Tartufi Srl ha spiegato che “le condizioni climatiche anche quest’anno non sono state ideali per la crescita del tartufo. Pur avendo diversi problemi a causa degli effetti climatici, va anche detto che occorre valorizzare sempre più questo prodotto perché mostra quanto nelle zone montane sia importante per il ripopolamento. Le zone interne coltivate a tartufaia e adatte alla ricerca risultano più dinamiche e popolose. Quindi il tartufo non ha solo un valore economico ma soprattutto sociale”.

TOP SPONSOR GRUPPO MOSCONI, PASTA ALL’UOVO DELLA TRADIZIONE

Il prestigioso tartufo bianco marchigiano ha scelto il brand Luciana Mosconi, come Top Sponsor della 58° Fiera Nazionale di Acqualagna. Un calendario ricco di eventi in cui il Gruppo Luciana Mosconi accoglierà i suoi ospiti per gustare insieme le eccellenze del brand interpretate da grandi chef stellati d’Italia. Il tutto accompagnato da grandi vini della storica e rivoluzionaria Cantina Monacesca, massima eccellenza del Verdicchio di Matelica e non solo. A intervenire in conferenza stampa l’Ad Marcello Pennazzi:Tagliatelle e pasta all’uovo di qualsiasi qualità e tartufo bianco di Acqualagna sono il binomio vincente. Noi abbiamo fatto della qualità dei nostri prodotti, ma anche del nostro territorio, un punto di forza e quindi trovare un’eccellenza che può creare ancora più attenzione sul nostro territorio rappresenta un vanto di cui siamo orgogliosi”.

LE NOVITÀ DELLA FIERA E IL ‘TARTUFO AWARD’

Novità assoluta di questa edizione Tartufo Award, la Gara Nazionale delle Città del Tartufo, in collaborazione con Pasta Luciana Mosconi, che si disputerà sabato 4 e domenica 5 novembre tra le città italiane del tartufo e in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città del Tartufo, nata per promuovere la produzione, la commercializzazione e la promozione turistica del tartufo. Due giorni di competizione per eleggere il vincitore nella sfida in cucina tra le principali città testimonial del tartufo in Italia e nel mondo. Presidente di Giuria sarà Edoardo Raspelli, volto storico della televisione, è stato l’inventore della critica gastronomica italiana. La 58^ Fiera di Acqualagna è promossa dal Comune in collaborazione con il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle foreste, con il sostegno della Regione Marche, Programma di Sviluppo Rurale 2014-2022, della Camera di Commercio Marche, dell’Istituto Marchigiano di Tutela Vini, dell’Associazione Città del Tartufo, Alte Marche.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


FacebookLinkedIn