Brasile, sì all’impeachment ma Dilma Rousseff aumenta il salario minimo

Via libera del governo della presidente Dilma Rousseff a
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Dilma Rousseff

Via libera del governo della presidente Dilma Rousseff a un aumento del salario minimo. La misura e’ stata approvata in coincidenza con il “si'” della Camera dei deputati all’impeachment del capo di Stato, primo passo verso una sua possibile destituzione. Il provvedimento dell’esecutivo prevede un aumento delle retribuzioni base da 880 a 946 reais al mese, da circa 251 a 270 dollari.

La misura appare parte di un tentativo di Rousseff di rinsaldare la propria base elettorale, composta per lo piu’ dalle classi meno abbienti, anche in vista del prossimo decisivo voto in programma al Senato. Ieri sera in favore dell’impeachment si sono espressi 367 deputati su 513. Dirigente del Partido dos trabalhadores, in carica dal 2010, Rousseff e’ accusata di irregolarita’ nella pubblicazione del bilancio federale.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»